Caivano, il fratello di Maria Paola scrive dal carcere: “Per me era una figlia”

Maria Paola e Michele Gaglione
Maria Paola e Michele Gaglione

Michele Gaglione, fratello di Maria Paola, ha scritto una lettera dal carcere.

«Ho perso un pezzo del mio cuore: la mia sorellina. Tu lo sai che per me era come una figlia, dato che papà non è stato sempre presente». Parla dal carcere Michele Gaglione, e scrive una lettera al fratello Giovanni. «Quello che è successo quella sera non era minimamente nelle mie intenzioni – scrive Michele nella lettera riportata da “Pomeriggio Cinque” – volevo soltanto fermarli per portare mia sorella a casa, nella casa dove è cresciuta insieme a noi della famiglia».

Omicidio Caivano, Michele Gaglione scrive dal carcere: “Maria Paola per me era una figlia”

Michele è in carcere accusato di omicidio preterintenzionale per aver provocato l’incidente in scooter nel quale è morta la sorella Maria Paola Gaglione, di 18 anni. “Questa cosa non me la potrò mai perdonare – continua il 30enne che spiega di non avere nulla contro le persone omosessuali – il mio era un no per una persona che frequenta ambienti e persone poco affidabili“. La persona a cui Michele Gaglione fa riferimento è Ciro Migliore, il ragazzo trans con cui era fidanzato la sorella Maria Paola. Relazione che, a quanto pare, non era mai stata accettata dalla famiglia.

Spero che tutto questo finisca molto presto – conclude Michele – i media mi stanno massacrando“.

“Paolè ti chiediamo perdono”, l’omelia di don Patriciello ai funerali

Due giorni fa si sono tenuti i funerali di Maria Paola Gaglione nella chiesa San Paolo Apostolo nel parco Verde di Caivano. Fuori è stato affisso un manifesto inviato da Ciro, poiché il fidanzato non potrà essere presente alle esequie. Ci sono quattro foto dei due giovani insieme, un cuore con i loro nomi e un lungo messaggio d’addio.

“Correvamo solo verso la nostra libertà, o almeno credevamo di farlo, verso la nostra piccola grande felicità. Ovunque sarai, il mio cuore sarà lì con te. Ti amerò oltre le nuvole. Ciro”. Sono stati presenti tanti amici, parenti e giovani molti dei quali hanno portato palloncini bianchi. Alla fine della funzione il bianco feretro di Maria Paola è stato accolto con un lungo applauso.

Seguici Sui Nostri Canali Social

Rimani Aggiornato Sulle Notizie Di Oggi