Canone Rai addebitato sulla bolletta elettrica, chi può evitare il pagamento

E’ possibile chiedere l’esenzione del pagamento del canone Rai-Tv entro il 31 gennaio. Ogni anno il pagamento avviene attraverso l’addebito sulla bolletta dell’energia elettrica. Possono evitare di pagare la tassa coloro che non hanno una televisione, attraverso una domanda che ha validità annuale, e gli anziani che hanno compiuto 75 anni con un reddito complessivo di 8 mila euro.

Da quattro anni gli italiani pagano il Canone Rai direttamente nella bolletta dell’energia elettrica: 90 euro all’anno da corrispondere in 10 rate.

Con il provvedimento pubblicato il 28 gennaio 2020, l’Agenzia delle entrate ha rinnovato il modello di dichiarazione sostitutiva con le relative istruzioni. Con questo metodo si può ottenere anche l’esenzione, anche un rimborso di quanto è stato eventualmente pagato in più.

COME INVIARE IL MODELLO

Il modello può essere inviato, tramite plico raccomandato, il modello di dichiarazione sostitutiva e la richiesta di rimborso. Dovrà essere spedita anche una copia di un valido documento di riconoscimento all’Agenzia delle entrate alla direzione provinciale 1 di Torino, ufficio Canone Tv – Casella postale 22 – 10121, Torino.

La data di presentazione che farà fede sarà quella del timbro postale. La ricevuta della raccomandata va conservata per 10 anni. In ogni caso può essere inviata anche tramite per Posta Elettronica Certificata, con i moduli siano firmati digitalmente dai richiedenti, all’indirizzo.