7.4 C
Napoli
martedì, Gennaio 25, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Chef sparato dopo la lite a Castellammare, la sorella: “Nessuno l’ha aiutato”


“Mio fratello insieme a un amico, al termine di una giornata di lavoro al ristorante, era andato in quel bar per rilassarsi. Per motivi banali è scoppiato un litigio tra l’amico e un giovane avventore. La cosa sembrava finita lì. Invece li hanno attesi all’esterno del bar e hanno esploso tre colpi contro mio fratello. Sono stati momenti drammatici. Nessuno è intervenuto per aiutarlo. Tutti avevano paura e scappavano. Per fortuna è passata una macchina dei Carabinieri che ha subito allertato il 118. Adesso si trova ricoverato all’ospedale di Catellammare dove gli hanno estratto una pallottola. Adesso attende una nuova visita e, forse, un nuovo intervento chirurgico. E’ vivo per miracolo. Una pallottola diretta all’inguine è stata fermata dal cellulare che aveva con sé. Se non ci fosse stato questo miracolo sarebbe morto.  Solo per difendere un amico. A Castellammare è diventato pericoloso anche scendere di casa per prendere un caffè. Non è più vita questa. Speriamo che le forze dell’ordine ferino in tempo questi criminali prima che qualcuno perda la vita”. Sono le parole di Maria Cinque, sorella della giovane gambizzato per una lite nata per motivi banali. La donna si è rivolta al consigliere regionale Borrelli per diffondere il suo appello affinché coloro che hanno sparato al fratello siano assicurati alla giustizia.

Le parole del consigliere regionale Borrelli

“A Castellammare di Stabia la violenza oramai è fuori controllo. Tante le sparatorie, le risse, le aggressioni spesso ad opera di giovanissimi. Come quella accaduto all’esterno di un bar del corso Europa la scorsa notte dove un 37enne secondo le prime ricostruzioni, dopo un diverbio avuto con ragazzo del posto per futili motivi, è stato raggiunto da tre colpi di pistola esplosi da un gruppo di amici del ragazzo con il quale aveva litigato. Non è concepibile che si faccia uso delle armi con tanta ferocia e tanta facilità anche di fronte a locali affollati di persone. Pugno duro contro chi gira armato ed è pronto a uccidere anche per un semplice litigio”. Questo il commento del consigliere regionale di Europa Verde, Francesco Emilio Borrelli e di Marilena Schiano lo Moriello ed Elena Marini responsabili a Castellammare di Europa Verde.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

Alessandro Pirozzi
Mi presento: mi chiamo Alessandro Pirozzi, sono nato a Napoli ed ho 23 anni. Sono iscritto all'albo dei giornalisti dal 2019 ed amo profondamente la comunicazione, specie quella digitale. Dopo essermi diplomato in un istituto alberghiero, ho iniziato a 18 anni il mio percorso lavorativo con InterNapoli.it nel 2016, collaborando anche in qualità di freelancer con diverse testate digitali come Blasting News. Ho scritto per 'Cronache di Spogliatoio', giornale sportivo online, e per la testata locale AbbiAbbè.it.
- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Ucciso dal suo clan, 7 ergastoli a boss e killer degli Amato-Pagano per l’omicidio Barretta

Si è concluso con sette ergastoli e due condanne a 12 anni di reclusione il processo sull'omicidio di Luigi...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria