Rapina al Sebon
Rapina al Sebon

Rapina e lesioni. Queste le accuse mosse a sue minorenni di Giugliano che ieri sera hanno assaltato, all’orario di chiusura, il market Sebon di via Cataste, situato al confine tra Giugliano e Villaricca.

I due giovanissimi sono entrati in azione verso le 19:30. All’interno c’erano ancora alcuni clienti. Armi in pugno, i due ragazzi erano entrati nel Sebon all’orario di chiusura. Sotto gli occhi di alcuni clienti hanno minacciato i cassieri. Ferito alla testa il figlio del titolare del supermercato, che aveva provato a fermarli. Immediatamente è scattato l’allarme. Sul posto i militari dell’Arma del Nucleo Radiomobile di Giugliano. I carabinieri sono riusciti ad acciuffare i due ragazzi.

V.M. è stato rinchiuso nel carcere minorile ai Colli Aminei in attesa di convalida dell’arresto innanzi al GIP del Tribunale per i minorenni. A.M. denunciato a piede libero ed affidato ai propri genitori. Entrambi sono difesi dall’avvocato Luigi Poziello.

La nota stampa dei carabinieri

Hanno 15 e 16 anni sono di Giugliano in Campania e sono incensurati. Entrano in un supermercato a conduzione familiare di Giugliano a via cataste. Indossano dei passamontagna e il più grande è armato, impugna una spranga di ferro. Rapinano l’esercizio commerciale – il bottino è di circa 700 euro – e si allontanano. Succede però l’imprevisto. Il titolare blocca il ragazzo armato che prima di arrendersi colpisce alla testa il figlio dell’imprenditore.

Il 15enne fugge con la refurtiva a bordo di uno scooter. Tornerà poco dopo affermando di essere il complice. Dello scooter e del denaro nessuna traccia. I Carabinieri della compagnia di Giugliano – allertati dal 112 – intervengono e portano i 2 rapinatori in caserma. Il 16enne, arrestato per rapina aggravata in concorso e lesioni personali, è stato condotto presso il centro di prima accoglienza dei colli Aminei. Il 15enne è stato denunciato a piede libero per rapina. La spranga di 45 centimetri ed i passamontagna sono stati sequestrati.

Il figlio del titolare del supermercato è stato curato dal personale sanitario dell’ospedale San Giuliano e ne avrà per 15 giorni a seguito del trauma cranico subìto

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.