Coronavirus in Campania, revocata da De Luca anche l’ultima “zona rossa”

Revocata anche l’ultima «zona rossa» presente in Campania. Con un’ordinanza firmata oggi, il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca ha disposto la revoca delle misure restrittive adottate nel comune di Letino lo scorso 17 maggio (e poi rinnovate il 20 maggio) per far fronte a un improvviso aumento di contagi. L’Asl di Caserta ha trasmesso una relazione di aggiornamento: a Letino completato lo screening della popolazione, senza ulteriori casi positivi rispetto alla situazione accertata alla data dell’ordinanza del 17 maggio, salvi due casi che sono già in isolamento da tempo. Il direttore generale dell’Asl, sentito sul tema, ha confermato che sul versante epidemiologico sono venute meno le ragioni che avevano condotto all’adozione delle misure restrittive disposte sul territorio comunale di Letino e in vigore fino al 27 maggio, che sono così revocate.

La decisione di De Luca

Nel piccolo comune dell’Alto casertano si erano registrati contestualmente 10 casi di positività al Covid-19, che si aggiungevano ad altri 3 dei giorni precedenti. In totale 13 pazienti tutti asintomatici. L’intera popolazione di Letino, che conta 600 residenti, è stata sottoposta a test sierologici con l’obiettivo di bloccare sul nascere una possibile espansione del contagio. Nella provincia di Caserta si sono avuti risultati eccellenti nel governo dell’epidemia. De Luca nelle scorse settimane contattò il sindaco di Letino per condividere le decisioni. Il governatore ringraziò la fascia tricolore per il lavoro fatto nei giorni precedenti, grazie al quale si era riusciti a portare alla luce il problema. Adesso per il piccolo centro è la fine di un incubo. La situazione sarà comunque strettamente monitorata.

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook