Coronavirus, giocatore in quarantena per una febbre alta: ha giocato con Roma, Inter e Fiorentina

Coronavirus, Adem Ljajic in quarantena: ha la febbre alta. La scelta è della sua società, il Besiktas, preoccupata per il diffondersi dell’epidemia. La squadra turca ha deciso di isolare l’ex calciatore di Roma, Fiorentina, Torino e Inter.

Il calciatore serbo, da giorni a letto con la febbre alta, è stata lasciato in disparte dai suoi compagni per evitare qualsiasi tipo di contagio. Si parla di scopo precauzionale, ma la psicosi mondiale in seguito al virus ha fatto propendere il Besiktas per una scelta drastica. In un tweet il calciatore ha voluto però tranquillizare i suoi tifosi sulle sue condizioni: «Non ho il coronavirus». Quest’anno Ljajic ha disputato 25 partite mettendo a segno 4 reti e realizzando 7 assist.

IL BESIKTAS SULLE CONDIZIONI DI LJAJIC

«A seguito degli esami presso l’ospedale Acıbadem Fulya al nostro calciatore Adem Ljajic è stata diagnosticata una tonsillite criptica (infezione delle tonsille con febbre alta), il trattamento è stato completato. La situazione di Ljajic, che ha iniziato le cure individuali oggi, è ora stabile». Lo scrive la società in un una nota ufficiale.