Covid, in Austria nuovo focolaio in una chiesa frequentata da migranti

Coronavirus, aumentano i casi di Covid19 dopo un focolaio in una chiesa libera di Linz, e l’Austria decide di chiudere le scuole nella zona a Nord del Paese. In Austria, dunque, i contagi tornano a salire (677 casi attivi) e in alcune zone dell’Alta Austria è stata disposta la chiusura delle scuole. Il focolaio sarebbe una chiesa libera a Linz, frequentata da migranti. In Alta Austria ieri i contagi sono saliti di 129 casi, mentre oggi – ha informato il ministro alla Salute Rudolf Anschober – la crescita è nuovamente rallentata (+42 casi). Il ministro si è detto preoccupato «soprattutto in vista dell’autunno». «Serve la collaborazione della popolazione», ha aggiunto il ministro, avvertendo una minore attenzione tra i cittadini per le regole di prevenzione. Vienna non esclude neanche un ritorno all’obbligo di mascherina, annuncia la Tiroler Tageszeitung.

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook.