Cristina Arezzo
Foto Facebook gruppo 'Un aiuto per Cristina & Caterina'

Da Arezzo il ‘miracolo’ di Cristina, si risveglia dal coma dopo 10 mesi e chede della “mamma”.

Una storia a lieto fine quella di Cristina, una giovane mamma di Arezzo che – come riporta La Nazione – nel luglio scorso è stata colpita da arresto cardiaco al settimo mese di gravidanza. Da quel momento il calvario, con il parto d’urgenza, i ricoveri, i tentativi di recuperare, le ricadute anche gravi. Il cuore della 37enne si era fermato, provocando danni neurologici a lei e alla piccola che aveva in grembo.

Il ‘miracolo’ di Cristina, la mamma di Arezzo si risveglia dal coma

Cristina da due mesi è ricoverata nella clinica specializzata in riabilitazione neurologica e sottoposta a un programma con tecnologia robotica. Non ha mai abbracciato Caterina, la figlia, a causa dei diversi percorsi negli ospedali. Insieme a lei in Austria il marito Gabriele.

«I miglioramenti ci sono e gli specialisti sono fiduciosi; Cristina sta reagendo con forza. Gli esami hanno accertato, pur nella gravità del quadro clinico generale, che lei è presente. Altro traguardo raggiunto è la rimozione della tracheo perché mia moglie respira e deglutisce da sola. A breve comincerà il programma di riabilitazione vocale» spiega Gabriele a La Nazione, che con la madre di Cristina ha assistito alla prima parola pronunciata dopo dieci mesi di silenzio e si è commosso: «Non ce lo aspettavamo, è stata una gioia vera dopo tanta sofferenza. Anche i sanitari in stanza con noi, hanno confermato che Cristina ha pronunciato la parola mamma».

«Per aiutarla a ricostruire il contesto familiare e sociale, sono molto importanti le videochiamate con le amiche e i collegamenti con la piccola Caterina. Ogni volta, mia moglie piange» spiega ancora il marito.

La raccolta fondi per Cristina, la giovane mamma di Arezzo

Il percorso per la riabilitazione è lungo e anche molto costoso. Sono infatti necessari 104mila euro per i primi tre mesi. Ad aiutare la famiglia a sostenere le spese, la grande solidarietà dei cittadini. Per questo è sempre aperto il conto corrente dedicato alla raccolta fondi per le cure di Cristina sulla piattaforma Go Fund Me. Su Facebook è nato anche un gruppo per aiutare Cristina e Caterina.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.