14.7 C
Napoli
domenica, Febbraio 25, 2024
PUBBLICITÀ

Dalla provincia di Napoli all’Emilia per aiutare gli alluvionati, il grande cuore di Salvatore: “Serve una mano”

PUBBLICITÀ

Un aiuto concreto, da volontario, insieme ai boyscout, a montare le brandine per gli sfollati e portare loro da mangiare. Salvatore Crispino, 42enne originario di Frattaminore, da 22 anni vive e lavora a Riolo Terme, comune in provincia di Ravenna, altro territorio colpito dall’alluvione in Emilia Romagna che ha provocato morti, feriti, distruzione.

La sua testimonianza

Salvatore, di professione metalmeccanico, con sua moglie e i suoi tre figli si è reso conto benissimo della forza devastante del fiume Senio strabordato con case e strade allagate. Per questo motivo ha sentito il bisogno di mettersi a disposizione della sua comunità. «Fortunatamente – afferma Crispino – la nostra casa non ha subìto danni perchè ci troviamo nella parte alta di Riolo Terme. Al contrario l’altra parte, quella più in basso, è stata maggiormente interessata dalla distruzione per l’esondazione del fiume. Dalla nostra prospettiva si vedono bene i danni».

PUBBLICITÀ

Appurato che l’abitazione non abbia avuto problemi e che la sua famiglia fosse al sicuro, Salvatore si è prodigato per gli altri, così come tante altre persone nell’intera regione. «Mi sono coordinato con la Protezione Civile impegnata nei soccorsi e ho dato il mio contributo per montare circa 150 brandine al centro La Bocciofila e nella chiesa del pittore. Insieme ai boyscout abbiamo anche portato il cibo alle persone costrette a fuggire dal posto in cui di solito vivono per non essere travolti dall’acqua. La situazione, seppur in leggero miglioramento rispetto al giorno precedente, resta pesante. Solo verso l’ora di pranzo di mercoledì abbiamo avuto la possibilità di utilizzare nuovamente i telefoni e usufruire delle utenze delle case non evacuate».

Un alluvione dagli esiti imprevedibili

Per gli esperti l’alluvione in Emilia-Romagna è soltanto la conferma della fragilità del territorio italiano, che sta subendo le conseguenze del cambiamento climatico e dei disboscamenti. Nonostante ciò, Salvatore Crispino assicura: «C’era l’allerta meteo e sono stati diramati gli avvisi vero, non ci saremmo mai aspettata una tale distruzione. Io sono qui da 22 anni e uno scenario del genere non l’ho mai visto. Devo dire però che, nonostante le difficoltà, i vigili del fuoco di Faenza e la Protezione Civile sono stati tempestivi. Io continuerò a dare un aiuto come posso a chi ora sta soffrendo di più qui a Riolo Terme e dintorni». 

PUBBLICITÀ

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

Antonio Sabbatino
Antonio Sabbatino
Iscritto all'Albo dei pubblicisti dall'ottobre 2012, ho sviluppato nel corso degli anni diverse competenze frutto dell’esperienza sul campo in ambito politico, sociale e di cronaca, sia bianca che nera. Sono stato conduttore radiofonico di programmi musicali presso Radioattiva, radio web napoletana e redattore e collaboratore di diverse testate online. Attualmente sono inviato per il quotidiano Roma, il più antico giornale napoletano, di InterNapoli.it che rappresenta una delle realtà più dinamiche del panorama giornalistico napoletano, campano, la neonata testata Tell che approfondisce i grandi temi politico-sociali a più livelli e Comunicare il Sociale rivista specializzata di Terzo Settore.
PUBBLICITÀ

Ultime Notizie

Volano le coltellate nel carcere di Avellino, un detenuto è grave

E' scoppia una rissa a coltellate tra detenuti nel carcere di Bellizzi Irpino. A darne notizia la Segreteria UILPA...

Nella stessa categoria