Nuovo Decreto di Natale, cosa cambia da domani in Campania

campania cambia colore
La Regione cambia colore

Nuovo Decreto di Natale, cosa cambia da domani per la Campania. Stasera Giuseppe Conte ha illustrato il provvedimento del Governo per le feste natalizie. Dal 24 dicembre al 6 gennaio l’Italia sarà zona rossa nei giorni festivi e prefestivi e zona arancione nei giorni lavorativi. Coprifuoco confermato alle ore 22.

Consentiti gli spostamenti tra comuni con meno di 5 mila abitanti e solo per un massimo di 30 km. Non si potrà andare nella città capoluogo. Le misure del governo hanno funzionato grazie alla responsabilità dei cittadini. E’ un metodo che ci ha evitato il lockdown generalizzato. Siamo partiti con il metodo a zone con RT a 1.7 e lo abbiamo riportato a 0.86, tanto che nei prossimi giorni tutte le Regioni possono diventare zona gialla”, dice Conte.

Ragioniamo per una zona rossa nel periodo dal 24 dicembre al 6 gennaio nei giorni festivi e prefestivi. Si esce di casa solo per ragioni di lavoro, necessità e salute. E’ possibile ricevere nella propria abitazione fino a 2 persone non conviventi con eventualmente i propri figli minori di 14 anni. E’ una misura che abbiamo pensato per consentire quel minimo di socialità che si addice a questo periodo”. Lo dice il premier Giuseppe Conte in conferenza stampa da Palazzo Chigi.

L’Italia per le feste di Natale sarà rossa dalla vigilia fino alla Befana. Dieci giorni ‘rossi’, solo quelli i festivi e prefestivi il 24, 25, 26, 27, 31 dicembre 2020 e 1, 2, 3, 5 e 6 gennaio 2021. Quattro giorni ‘arancione’ 28, 29, 30 dicembre 2020 e 4 gennaio 2021. Il coprifuoco resta alle 22 e massimo due persone non conviventi che si possono aggiungere a tavola.

LE PAROLE DI CONTE

CAMPANIA, ZONA ARANCIONE FINO AL 20

Dunque la Campania resta zona arancione fino al 20 dicembre. Infatti lo scorso 5 dicembre il ministro della Salute, Roberto Speranza, firmò tre nuove Ordinanze. Con la seconda Ordinanza le Regioni Campania, Toscana, Valle D’Aosta e la Provincia Autonoma di Bolzano passarono dall’area rossa all’area arancione. Quindi le restrizioni entrarono in vigore dal 6 dicembre.

L’ordinanza per la nostra regione, quindi, scadrà il 20 dicembre, dopodiché il Ministero potrebbe sancire il passaggio alla zona gialla. Il nuovo provvedimento regionale di Speranza potrebbe essere firmato tra il 19 e il 20 dicembre. Quindi queste misure da zona gialla dovrebbero restare in vigore per il 21, 22, 23 dicembre, dopodichè entrerà in vigore il Decreto di Natale varato, stasera, da Conte.

LE PAROLE DI DE LUCA, SPOSTAMENTI BLOCCATI IN CAMPANIA

“In questi giorni ho visto un dibattito allucinante: se si prendono misure non si possono avere 300 deroghe, come quelle sui Comuni sotto i 5000 abitanti, sul pranzo di Natale ospitando due familiari non residenti. Quando sento queste cose c’è da indignarsi, chi controlla se arrivano due familiari o tre, quattro, cinque?”. Così Vincenzo De Luca ha spiegato le misure più restrittive che la Campania sta preparando per le festività di Natale e Capodanno.

“Non ci sarà mobilità in Campania – ha detto il Governatore su Facebook – per i Comuni sotto i 5000 abitanti, faremo un’ordinanza per il divieto. Faremo questo fine settimana anche un’ordinanza per il blocco della vendita e consumo di alcolici e di qualunque genere di consumo in pubblico. In questo quadro resta sempre decisivo il senso responsabilità di ogni cittadino, questa è la misura decisiva per far fronte al covid”.

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO SULL’EMERGENZA CORONAVIRUS, VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.