Denise Pipitone
Denise Pipitone

Denise Pipitone, spunta una nuova indiscrezione. A portare nuovamente sotto i riflettori la storia della bambina di quattro anni rapita il primo settembre del 2004 a Mazara del Vallo è un anonimo. Dopo aver inviato una lettera all’avvocato Giacomo Frattizza, ha scritto anche a “Chi l’ha visto?”: «Sono 17 anni che so, non ho parlato prima per paura…». Qualche giorno fa l’avv. Frazzitta, legale della famiglia di Denise Pipitone, ammise di aver ricevuto una lettera anonima che conteneva degli elementi nuovi e in parte pertinenti al caso.

La lettera anonima sul caso di Denise Pipitone

La lettera inviata dall’avvocato alla redazione di “Chi l’ha Visto?”. E’ il programma in onda su Rai 3 che si occupa di persone scomparse grazie alla straordinaria conduzione di Federica Sciarelli, che non ha mai smesso di parlare di Denise. L’anonimo nella lettera parla di quanto successo dopo il rapimento e indica alcuni testimoni oculari per la vicenda, egli scrive di essere: “sicurissimo al cento per cento di quello che ho visto”.

Una settimana fa il legale della famiglia, Giacomo Frazzitta, aveva rivelato di avere ricevuto una lettera anonima al suo studio contenente «elementi nuovi che abbiamo in parte riscontrato». Adesso una copia di quella lettera è stata recapitata anche alla redazione della trasmissione di Rai 3 condotta da Federica Sciarelli, che in questi anni non ha mai smesso di occuparsi del caso. L’anonimo, che parla delle fasi successive al sequestro e fa riferimento anche ad alcuni testimoni oculari, dice di essere «sicurissimo al cento per cento di quello che ho visto».

Le parole dell’avvocato

Nei giorni scorsi l’avvocato Frazzitta, dagli schermi televisivi, aveva invitato il testimone a farsi nuovamente vivo. «Ti attendiamo, nella massima riservatezza, abbiamo bisogno di fare un passo avanti, vieni fuori in qualche modo, ma aiutaci ancora». Un appello ribadito in modo accorato anche dalla mamma di Denise, Piera Maggio: «Le chiedo di farsi sentire, nei modi che lei ritenga opportuno, faccia in modo di mettere fine a tutto questo dolore. Non solo noi, è l’Italia intera che glielo chiede»

Parlano i genitori di Denise

“Noi genitori di Denise Pipitone, speriamo con tutto il cuore, che da questa nostra tragedia, possa emergere la vera verità sui responsabili del sequestro di Denise, su coloro che tacciono, hanno depistato e ancora non dicono la verità.
Ringraziamo ognuno di Voi, per il lavoro che svolgete per far si, che si possa arrivare ad un risultato anche dopo 17 anni, sia nelle indagini che nel tenere alta l’attenzione.
La Procura di Marsala che svolge le indagini, tutti i componenti dello Studio Frazzitta & Partners, che vi lavorano attivamente.
Tutti i media, carta stampata, online e TV, senza distinzione, solo coloro che vi lavorano in fede e hanno rispetto del nostro dolore, del nostro percorso, ma soprattutto per il bene di Denise e non per interessi personali che vanno aldilà della cronaca in se. Siamo giudici di noi stessi…”

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.