9.1 C
Napoli
martedì, Dicembre 7, 2021
- Pubblicità -

Diecimila euro per comprare un neonato, alla sbarra il boss della camorra


La Seconda Corte d’Appello ha rinviato l’appello del PM contro l’assoluzione del boss Ciro Rinaldi Ciro, coinvolto in un processo per la vendita di un bimbo rom. I giudici si sono riservati su una richiesta di rinnovazione del dibattimento per sentire i collaboratori Gallo e Sorrentino all’udienza del 11.11.21. Rinaldi è difeso dagli avvocati Raffaele Chiummariello e Salvatore Impradice

La storia

Un bambino acquistato dal clan. Per 10mila euro. C’è anche questo agghiacciante retroscena nelle oltre 800 pagine di ordinanza cautelare che nel maggio 2021 ha inferto un duro colpo ai clan di Napoli est, i Rinaldi, i RealeFormicola e i Silenzio (leggi qui l’articolo). Il particolare, emerso già l’anno scorso con l’assoluzione del boss Ciro Rinaldi, viene riportato dal collaboratore di giustizia Giorgio Sorrentino. L’uomo che ha svelato segreti e affari del gruppo del rione Villa. Secondo Sorrentino, Raffaele Maddaluno ‘nzalatella, uno dei colonnelli del clan (leggi qui l’articolo), avrebbe acquistato un neonato per la somma di 10mila euro registrandolo come suo figlio e chiamandolo Ciro in onore del boss.

Il bambino comprato: per tale vicenda Rinaldi è stato assolto

«Lello Maddaluno sta crescendo nella sua abitazione un bambino che non è suo figlio. Questo bambino è stato “comprato” da alcuni romeni ed i soldi — 10mila euro —sono stati dati da Rinaldi Ciro My way che ha fatto questo regalo. Per ringraziare My way, Lello Maddaluno e la moglie hanno deciso di chiamare questo bambino Ciro. ll fatto è accaduto l’anno scorso e da tramite c’è stata una signora chiamata Maria». Ciro Rinaldi ha affrontato anche un processo per questa vicenda, ma è stato assolto. Il boss aveva ammesso di avere consegnato 10mila euro a Maddaluno dichiarandosi però del tutto estraneo alla compravendita del bambino. Erano stati i legali di Rinaldi, gli avvocati Raffaele Chiummariello e Salvatore Impradice, a dimostrare l’estraneità ai fatti di Rinaldi e così il gip aveva escluso l’aggravante camorristica facendo cadere definitivamente ogni ipotesi della complicità dello stesso My way.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Divieto di vendita e somministrazione di bevande alcoliche prima della partita del Napoli, la decisione del Comune

In occasione dell'incontro di calcio tra Napoli e Leicester, previsto per il prossimo 9 dicembre, è stata emessa un'ordinanza...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria