Elezioni a Mugnano. Micillo pressa il Pd, intanto apre al M5S e Voce ‘e Popolo

Da una parte le elezioni comunali, dall’altra quelle regionali. Un doppio impegno per la coalizione Mugnano 2020 (composto dalle liste Mugnano Libera, Mugnano Città Viva di Ezio Micillo e SiAmo Mugnano espressione di diversi politici locali) che si prepara ad un’intensa campagna elettorale. Se per la corsa ad uno scranno di palazzo Santa Lucia non sembrano esserci dubbi, dovrebbero sostenere infatti l’ex sindaco Giovanni Porcelli, per le Amministrative i giochi sono ancora aperti.

Dopo l’annuncio delle candidature di Schiattarella e Cipolletta, il consigliere Micillo sta dialogando con i democrat auspicando una sintesi sul nome: “Il Pd dovrebbe trovare una sintesi sul nome, noi non mettiamo bocca sui problemi delle altre liste ma auspichiamo una rapida decisione perché dobbiamo spiegare alle gente i motivi per i quali ci devono votare. La loro coalizione deve fare un passo indietro per farne due in avanti con noi, tutto in nome di un progetto nuovo. Dopo ci siederemo per parlare di un nuovo progetto amministrativo che consideri sia i provvedimenti giusti approvati da quest’amministrazione sia quelli che devono essere cambiati”, dichiara Micillo.

Riguardo i nomi in campo di Sarnataro, Schiattarella e Cipolletta, Micillo dichiara: “A tutti abbiamo chiarito il nostro obiettivo regionale. Non poniamo nessun veto sui nomi né faremo nessun endorsement. Sono tutte persone autorevoli ma sono le facce della stessa medaglia. Loro si contenderanno la leadership, non abbiamo problema a condividere un percorso: bisogna fare un centrosinistra organico”. 

Micillo non si è fermato al Pd, infatti nelle ultime settimane ha dialogato anche con altre forze politiche diverse dai democrat e dalle liste del sindaco Sarnataro: “Abbiamo parlato con il Comitato Voce di Popolo e il Movimento Cinque Stelle. Ci siamo interfacciati con tutti coloro che hanno maggiore compatibilità con il nostro progetto per le elezioni regionali”.