Un’indagine conclusa in tempi strettissimi. E’ quella portata a termine nelle ultime ore dagli uomini del commissariato di Pianura (dirigente Arturo De Leone, ispettore superiore Ernesto Lepre), Gli agenti hanno infatti identificato e denunciato i due autori dei raid messi a segno nella caserma dei vigili del fuoco di via Montagna Spaccata, della scuola Massimo Troisi, dell’istituto Falcone e della scuola calcio Maracanà. Tutti raid effettuati nella stessa zona. Nel transitare in via Giorgio De Grassi i poliziotti hanno notato un uomo che, alla loro vista, è entrato frettolosamente in un palazzo. L’uomo è stato subito bloccato e, nella sua abitazione, è stata trovata una borsa contenente numerosi arnesi atti allo scasso. Grazie alle immagini del sistema di videosorveglianza di un impianto sportivo di via Comunale Masseria Grande, hanno poi riconosciuto l’uomo quale presunto responsabile di un furto commesso nella struttura il 7 gennaio, quando erano stati asportati un televisore e numerosi alimenti. Inoltre, l’uomo è ritenuto responsabile di un furto di infissi in alluminio e altro materiale avvenuto lo scorso dicembre all’Istituto Comprensivo Massimo Troisi. A.D.R., 29enne napoletano è stato denunciato per furto aggravato.

Il colpo alla caserma dei vigili del fuoco di Pianura

Alcune ore prima i poliziotti della squadra investigativa del commissariato di Pianura avevano denunciato U.C. L’uomo, incalzato dagli agenti, ha ammesso di aver portato via dalla scuola Giovanni Falcone alcuni computer. Non solo. Il 25enne deve rispondere anche del raid avvenuto nella caserma dei vigili del fuoco. Nella zona delle case popolari gli agenti hanno infatti recuperato l’attrezzatura portata via alcuni giorni prima, un’attrezzatura dal valore di circa 20mila euro. Un’azione repentina messa a segno grazie alla grande conoscenza del territorio dei poliziotti di Pianura che in poche ore sono così riusciti a risalire ai responsabili dei due raid.

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook

 

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.