Uccide un gatto e lo cucina sul marciapiede, il video choc pubblicato sui social

gatto livorno

Stamattina un 21enne è stato denunciato per aver cucinato un gatto nei pressi della stazione di Campiglia in provincia di Livorno. Il giovane straniero ha prima ucciso l’animale dopodiché ha acceso il fuoco sul marciapiede. Dopo la denuncia dei residenti sono intervenuti i carabinieri che l’hanno portato in caserma.

Sul caso è intervenuta la sindaca di CampigliaAlberta Ticciati, attraverso un post su Facebbok: “Il fatto accaduto alla stazione di Campiglia è molto grave e da condannare. Dopo la segnalazione della polizia Municipale di Campiglia mi sono subito attivata, ho contattato i carabinieri del turno di notte, intervenuti sul fatto, per assicurarmi che il responsabile di questo reato fosse stato identificato. È mia intenzione andare sino in fondo, affinché fatti come questi non restino impuniti e non si verifichino mai più”.

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook.

IL VIDEO DEL GATTO

CRUDELTÀ SUGLI ANIMALI

Un vero e proprio orrore quello avvenuto in India ma che ha scosso la comunità mondiale. Un’elefante femmina incinta – denunciano le autorità locali – dopo che ha “mangiato un ananas imbottito di petardi“. Purtroppo, a testimoniare lo scempio, ci sono delle immagini che hanno fatto il giro del mondo. Queste riprendono l’animale in fin di vita, mentre cerca sollievo in un fiume: foto postate da un ufficiale della forestale che ha partecipato ai tentativi di soccorso, purtroppo inutili.

Mohan Krishnan, la persona che ha assistito alla morte dell’elefante e che ha scattato le foto, ha espresso il suo dolore su Facebook. «Scusa sorella. Con la bocca e la lingua distrutte dall’esplosione, camminava affamata senza riuscire a mangiare. Ma forse essere stata più preoccupata per la salute del cucciolo dentro di sé che per la sua fame».

L’accusa a chi ha ucciso l’elefante

Stando a quanto riportano i media locali e l’agenzia Reuters, sono in corso le indagini per appurare l’accaduto e trovare i colpevoli. L’incidente – spiegano le autorità – è avvenuto il 23 maggio nel distretto di Palakkad, nello stato del Kerala, nell’India meridionale, vicino a terreni agricoli dove altre volte contadini hanno usato il metodo di imbottire la frutta con i petardi per tenere lontani gli elefanti e altri animali selvatici dai raccolti. Per questo motivo nelle ultime ore sono arrivate non poche precisazioni al riguardo.

Gli uomini del posto, ovvero quelli che vivono nell’India Meridionale, rispettano infatti gli elefanti. Per difendere i loro raccolti di cibo dagli assalti dei cinghiali e dalle simili specie di questi ultimi, piazzano delle trappole come quelle dell’ananas.

Stavolta, purtroppo, è accaduto all’animale che ci ha rimesso la vita. “I funzionari forestali hanno affermato che l’incidente è avvenuto vicino a terreni agricoli dove i locali a volte spargono frutta con petardi nascosti per scoraggiare gli animali dal danneggiamento delle colture” riporta Reuters. Questo, ovviamente, non escluderà l’autore della trappola in possibili incriminazioni.