“A Napoli ovest si pensò a un clan a quattro teste”, l’idea nata dal ras Giannelli

Un un superclan, una vera e proprio maxi federazione che, secondo i piani, avrebbe dovuto gestire le attività illecite nell’intero quadrante occidentale della città partenopea. Un cartello formato da quattro gruppi, quelli dei Giannelli, Cutolo, Mele e Sorianiello. A riferire del progetto agli inquirenti, il collaboratore di giustizia Salvatore Romano, ex ras di Pianura.

La notizia riportata da Il Roma.Il piano, dichiara il pentito, sarebbe stato ideato dal boss di Cavalleggeri d’Aosta, Alessandro Giannelli, che appunto avrebbe pensato di creare una confederazione di cosche nella zona flegrea.