“Segni dell’aggressione di animali sul corpo di Gioele”, i risultati dell’autopsia

viviana gioele daniele mondello cura pillole
Viviana, Daniele e Gioele

Stamane al Policlinico di Messina è stata condotta l’autopsia sul corpicino di Gioele:  emersi segni dell’aggressione di alcuni animali sui resti del piccolo. Non è ancora chiaro se il bambino fosse ancora in vita quando sarebbe stato preso di mira o era già morto. E’ stata effettuata un tac sui resti del piccolo, all’interno del quale sono state trovate alcune pietruzze come rivelato da La Repubblica. I frammenti minerari potrebbero essere utili ad individuare la zona nella quale è avvenuto il decesso. Previste nuove ricerche dei resti di Gioele nel bosco di Caronia.

“Viviana non ha mai toccato Gioele”

Non vuole credere alla tesi vagliata dagli investigatori che porta all’omicidio-suicidio. “Mia moglie – ha scritto su Facebook il papà di Gioele – non ha mai toccato mio figlio neppure con un dito”.

Daniele Mondello: “Sono stati gli animali selvatici”

Viviana Parisi e il piccolo sarebbero stati uccisi da suini neri dei nebrodi, secondo il giovane papà. “Credo siano stati aggrediti da animali. Finché vivrò, e Viviana e Gioele mi daranno la forza di andare avanti – ha aggiunto Daniele Mondello – lotterò fino alla mia morte per sapere la verità”.

Come è morto Gioele Mondello? Per il papà non è stata Viviana

Per Daniele Mondello, Viviana e Gioele sarebbero, dunque, stati uccisi e pertanto continua a fidarsi ciecamente di sua moglie. “Il mio dolore non ha confini, ma non sono disposto a tollerare altro fango su mia moglie, su di me o sulla mia famiglia – ha concluso -“Quanto prescritto a Viviana era finalizzato a lenire il suo stato d’ansia: a causa del Covid, e dei mesi di clausura forzata in casa, temeva per la sua famiglia. La stessa paura che abbiamo avuto tutti”.

IL VIDEO

 

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO, VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK