Pedofilo ucciso in Campania, indagato padre della 14enne abusata sessualmente

Per l’omicidio di Giuseppe Matarazzo, il pastore 45enne ucciso nei pressi della sua abitazione a Frasso Telesino lo scorso 19 luglio, c’è un indagato. Si tratta di Lucio Iorillo,  padre della quattordicenne che, secondo l’accusa, aveva subito degli abusi per i quali era stato condannato Matarazzo. L’avviso di garanzia è stato notificato a Iorillo, come atto dovuto, per porlo nelle condizioni di nominare un proprio perito per assistere agli accertamenti programmati dai Ris di Roma a Tor di Quinto per martedì prossimo. In particole i Ris procederanno all’esame dei reperti biologici rinvenuti e sequestrati la sera del 19 luglio sul luogo del delitto: un sassolino macchiato da sostanza ematica, un rametto con saliva, due cicche di sigarette.
L’omicidio per cui ora è indagato Iorillo è avvenuto il 19 luglio alla via Bocca alla contrada Selva, dopo un mese che Giuseppe Matarazzo era tornato in paese avendo scontato (a partire dal 2011) una condanna ad undici anni e sei mesi, appunto per una storia di violenze sulla ragazza minorenne, vicenda risalente al 2008, che poi si tolse la vita.