Il Covid non ferma la strage sul lavoro, morto giovane operaio in Campania

Aveva ripreso a lavorare da pochi giorni, ed è morto nel cantiere appena riaperto. Un operaio 38enne di Ariano Irpino è rimasto schiacciato da una trave di ferro molto pesante che l’uomo, assieme ad altri colleghi, stava scaricando da un tir. Il fatto è accaduto questa mattina nel cantiere per il rifacimento del viadotto Manna in contrada Torreamando, ad Ariano Irpino. I colleghi hanno cercato di prestare i primi soccorsi, ma hanno dovuto chiedere l’intervento dei vigili del fuoco del comando provinciale di Avellino che hanno liberato l’operaio dal peso della trave.

I sanitari del 118 intervenuti hanno cercato di rianimare sul posto l’operaio ma era ormai
troppo tardi. Sul posto anche i carabinieri della compagni di Ariano Irpino che hanno avviato le indagini per accertare eventuali responsabilità. La salma dell’operaio è stata trasferita all’ospedale Frangipane in attesa delle decisioni della procura di Benevento.