Irene Raimo
Irene Raimo

Un’altra triste giornata per la città di Caivano, nella notte c’è stato un tragico incidente che è costato la vita ad una ragazza di 18 anni. Il suo nome era Irene Raimo. A riportare la notizia è il portale Il Giornale di Caivano. Lo schianto fatale sarebbe avvenuto in via Sant’Arcangelo, ancora da accertare l’esatta dinamica della tragedia ma secondo la prima ricostruzione la giovane vittima era in auto con altri 3 amici quando hanno urtato un paletto con l’auto che si è poi ribaltata.

Sul posto le forze dell’ordine e ambulanza ma purtroppo per la giovane non c’è stato nulla da fare. Feriti i 3 amici.

Irene risiedeva nel parco Verde di Caivano. Era una ragazza solare e piena di vita, nonostante quest’ultima l’avesse messa alla prova. Nel 2017, infatti, il padre Giuseppe fu ucciso in un agguato. Il dolore per la morte del papà a cui era molto legata ha segnato la sua vita ma non le aveva tolto la voglia di vivere. Irene scriveva lo scorso 22 aprile: ”

“Di notte giro in tondo tra la mia stanza e non riesco a dormire, certe volte ho paura di sognarti, ho paura che i sogni rimaranno solo sogni. Fuori io non ho mollato e continuo a sorridere come se quei raggi mi toccassero ancora, ma nessuno sa che quel sole non mi riscalda più, non riesco a percepirla un altra forma di calore, perché tu eri la mia. Hai visto? Noi esseri umani pensiamo che morire sia solo sparire, eppure tu hai lasciato qualcosa nel mondo, e di sicuro qualcosa di incasinato e di irrisolto.. buon compleanno papá ovunque tu sia, io so amare fin lì..”

Tante le dediche sui social per Irene Raimo

“Cuginetta mia eri troppo giovane per andartene via da noi 18 anni compiuti 3 mesi fá,non si può accettare tutto questo…Adesso sei con gli angeli in paradiso e ad abbracciarti ci sarà lui il tuo papà,che tanto desideravi riabbracciare dopo 4 anni Riposa in pace cuginetta”

Quando tappezzeranno via Sant’Arcangelo di dossi? Quando ?!? Quando vigileranno di più questa strada che spesso, troppo spesso diventa una pista da corsa, nonostante sia frequentata anche da pedoni?

Un’altra famiglia sconvolta…RIP

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.