Elezioni Mugnano. Cambi di casacca e salti della quaglia. Candidati anche figli e parenti d’arte

analisi liste elettorali mugnano
L'analisi delle liste dei candidati alle elezioni di Mugnano

Cambi di casacca, soliti noti e figli e parenti d’arte. Sono queste alcune delle peculiarità emerse da una prima lettura delle 15 liste dei candidati al consiglio comunale di Mugnano. Un mix che facilmente rintracciabile nella coalizione a sostegno di Luigi Sarnataro.

Protagonisti dei cambi di casacca i consiglieri uscenti Raffaele Mandara di Forza Italia e Biagio Migliaccio del Nuovo Centro Destra.  Il capogruppo azzurro è stato eletto nei banchi dell’opposizione, ma alla scadenza naturale della consiliatura si è riproposto nella lista Sarnataro Sindaco, mentre il consigliere eletto nel 2015 nel partito fondato da Angelino Alfano si è candidato con il Partito Democratico.Hanno aderito alla coalizione di centrosinistra anche gli ormai ex oppositori del sindaco Ezio Micillo e Genny Santopaolo, che nel 2015 avevano sostenuto il candidato del centrodestra Aniello Piscopo, sconfitto al ballottaggio proprio da Sarnataro.

PARENTI NELLE LISTE ELETTORALI DI MUGNANO

Inoltre nel centrosinistra si possono trovare anche tanti parenti di noti politici nelle liste. Nel Pd c’è Domenico Palumbo, cognato di Daniele Palumbo, capogruppo uscente dei democrat e già sindaco di Mugnano. Nella lista Più Europa c’è Biagio Bove che raccoglierà il testimone del fratello e consigliere dimissionario Gennaro. Paradosso politico è rappresentato dalla candidatura dei fratelli Melania e Giuseppe Sicuranza, la prima in forza al Pd ed il secondo in Sarnataro Sindaco, dove è in compagnia di Savina Liccardo, figlia del dirigente comunale Vincenzo.

La lista Europa Verde ha un carattere spiccatamente familiare. Infatti al suo interno
spicca la presenza di Giusy Mauriello, figlia di Mario che è stato ex candidato sindaco del centrodestra ed ex consigliere provinciale dei Verdi. Presente anche Alessandro Totaro, figlio di Gennaro tra gli ideatori della lista ambientalista, e Ciro Torre, figlio di Vito, ex assessore della giunta Palumbo.

Anche gli avversari di Sarnataro non hanno fatto a meno di parenti d’arte nelle liste. A sostegno della candidata sindaco Romina Imperatore, ci sarà, infatti, suo marito Mario Imbimbo, ideatore della lista De L’Altra Mugnano ed ex assessore nella prima giunta di Sarnataro, e la sorella Annalisa: entrambi sono candidati al consiglio comunale.

Appoggi familiari anche tra i Cinque Stelle. Il candidato portavoce sindaco Fausto Agnano annovera tra i candidati al consiglio comunale anche la moglie Assunta De Martino. Nella stessa lista presenti il papà Massimo Vallefuoco e la figlia Erika.

Elezioni amministrative, sfida a 4 a Mugnano per la poltrona di sindaco

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook.