Maestra indagata per molestie: avrebbe baciato un alunno di 10 anni

La procura di Vicenza ha avviato una delicata inchiesta a carico di una maestra di una scuola primaria cittadina, con l’ipotesi di reato di tentata violenza sessuale nella forma più lieve delle molestie nei confronti di un suo alunno di 10 anni.

A denunciare l’insegnante (E.P. di 41 anni) sono stati i genitori del ragazzino, dopo avere letto nel suo cellulare messaggini sdolcinati da parte della maestra del tipo «amore mio». Interrogato dai genitori il ragazzino avrebbe riferito di avere ricevuto un paio di volte dalla maestra dei bacetti sulle labbra o nei pressi. La maestra, che è stimata nel suo istituto, ha negato ogni addebito e nei suoi confronti la dirigenza non ha preso provvedimenti disciplinari. Come riporta il Giornale di Vicenza, il ragazzino che ha poi cambiato scuola, nell’inchiesta in corso è stato ascoltato in forma protetta da una psicologa alla quale avrebbe confermato la versione dei “bacetti”.