Manuel Bortuzzo a Domenica In: “Qual è il mio sogno? Tornare a camminare, ci sto lavorando tanto”

“Qual è il mio sogno? Tornare a camminare. Ci sto lavorando, e tanto”. Manuel Bortuzzo si racconta così a Mara Venier su Rai 1. Il nuotatore, che è sulla sedia a rotelle dallo scorso 3 febbraio quando fu ferito a Roma, ha ripercorso a “Domenica In” la sera dell’agguato, quando è stato colpito per uno scambio di persona. “Se una cosa me la sento dentro vuol dire che posso raggiungerla”, ha concluso Manuel, incoraggiato dall’applauso del pubblico.

“Io ero felice, stavo facendo la mia vita. Mi sono trovato lì per caso”, racconta Manuel Bortuzzo. “Il problema non è lo scambio di persona, il problema è alla base, il gesto che hanno fatto. Non so con chi sono stato scambiato, non ho alcuna certezza di quella serata”. Ricordando quella tremenda serata il giovane ripercorre l’istante immediatamente successivo allo sparo: “Ero convinto di esser rimasto in piedi toccandomi le gambe, poi ho rivisto il video. Sono caduto immediatamente come un ‘pero'”. La prime parole da terra, una volta colpito, sono state rivolte alla fidanzata Marina: “Doveva saperlo, le ho detto “ti amo”. Credevo di averlo detto una volta sola, lei dice che invece l’ho ripetuto più volte”.