«Il cuore di Maradona pesava il doppio», la scoperta dopo l’autopsia: domani gli esami

«Il cuore di Maradona pesava il doppio», la scoperta dopo l'autopsia: domani gli esami
«Il cuore di Maradona pesava il doppio», la scoperta dopo l'autopsia: domani gli esami

Continua a far discutere la morte di Diego Armando Maradona. In Argentina, a distanza di giorni dalla sua scomparsa, si lavora per capire se tutte le cure sono state adeguate. Domani, in diversi laboratori come parte delle perizie complementari richieste dai medici forensi, saranno analizzati il sangue, le urine e i tamponi nasali prelevati durante l’autopsia, insieme al cuore.

“Il cuore di Maradona pesava il doppio”

Stando a quanto riportato da La Gazzetta dello Sport, il cuore di Maradona pesava il doppio di un cuore normale. Secondo i medici forensi, che hanno eseguito l’autopsia, il campione argentino soffriva di “cardiomiopatia dilatativa”, con il muscolo cardiaco che pesava più di 500 grammi. Si tratta di un nuovo elemento che verrà valutato insieme agli altri studi tossicologici, tramite i quali si cercherà di capire se Diego avesse tracce di alcol, droghe o qualche altra sostanza nel corpo nelle ore precedenti la sua morte. I medici svolgeranno anche analisi istopatologiche, che studiano gli organi e tessuti. La maggior parte delle perizie, inizierà mercoledì presso la sede della Soprintendenza della Polizia Scientifica nella città di La Plata

Sequestrate le chat

La magistratura argentina che indaga sulla morte di Diego Maradona, per capire se l’ex fuoriclasse sia stato assistito in maniera adeguata dopo l’operazione per ematoma subdurale, ha messo sotto sequestro i dialoghi su una chat di Whatsapp di cui facevano parte le figlie di Maradona Dalma e Giannina, il figlio italiano Diego Junior e due degli specialisti che seguivano l’ex fuoriclasse, la psichiatra Agustina Cosachov e lo psicologo Carlos Diaz. Dalma dopo aver assistito in lacrime alla partita fra Boca Jrs e Newell’s Old Boys ha postato su Instagram un lungo messaggio di ringraziamento. La figlia di Maradona ha ringraziato i tifosi per “il tanto affetto e amore genuino che avete dimostrato per mio padre. Non volevo lasciare il palco (dello stadio n.d.r.) vuoto. Ho fatto del mio meglio in questo momento in cui la tristezza non se ne va“.  (ANSA).

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO, VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK