(VIDEO) Mario Balotelli senza freni, scommessa da 2mila euro a Napoli: il barista accetta e si tuffa

Una bravata che in poche ore ha fatto il giro mediatico: tra social e tv. Palcoscenico dell’ultimo video pubblicato su Instagram da Mario Balotelli è il lungomare di Mergellina, dove un uomo si è tuffato in mare con un motorino. Una scommessa che gli è costata duemila euro. È in piedi accanto a una Vespa verde petrolio e nelle battute iniziali del video si sente la sua voce: «Damme ‘e sordi, muovete!», e il giocatore gli porge ridendo un pacco di banconote che tira fuori dalla tasca destra. L’altro le conta poi sale sullo scooter e si tuffa in mare con il ciclomotore.

L’ultima “Balotellata” rischia di costare ben più caro dei 2mila euro della presunta scommessa a Mario Balotelli. L’ex attaccante del Marsiglia, ora svincolato, per aver chiesto a un uomo di tuffarsi in mare a bordo del suo motorino a Napoli rischia una denuncia per inquinamento e istigazione a commettere un reato. Le Forze dell’ordine hanno chiesto le immagini per stabilire il coinvolgimento diretto o meno di Balotelli.

Nel frattempo la Vespa utilizzata nel video è stata ritrovata in strada dagli agenti del Nucleo Ambientale della Polizia Municipale di Napoli.È stato ritrovato dagli agenti del Nucleo Ambientale della Polizia Municipale di Napoli, guidati dal capitano Del Gaudio, il motorino utilizzato per la scommessa voluta da Mario Balotelli nelle acque del molo di Mergellina. Il calciatore ha proposto ad un uomo, per 2mila euro, di tuffarsi in mare col suo motorino. Proposta, come è noto, accettata. E ripresa in un video divenuto virale sui social. I vigili urbani hanno ritrovato lo scooter in Via Andrea D’Isernia nel centro di Napoli; all’interno dei vani del mezzo vi erano ancora tracce di acqua. Dopo la pubblicazione del video sui social erano intervenuti sul posto, per i rilevi e per raccogliere testimonianze, uomini della Guardia Costiera e della polizia Municipale acquisendo il video per successive valutazioni anche in relazione alla configurazione di eventuali reati.

Il video è stato immediatamente acquisito dalla Guardia Costiera e sarà oggetto di un rapporto alla Procura della Repubblica.