28.5 C
Napoli
mercoledì, Maggio 18, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Napoletani scomparsi in Messico, un boss locale pagò per il sequestro


Potrebbe essere ad una svolta la vicenda di Raffaele e Antonio Russo e Vincenzo Cimmino, i tre napoletani scomparsi in Messico dallo scorso gennaio.  Fondamentali si sono rivelate le ricerche fatte dalle loro famiglie che hanno chiesto alle autorità di fare chiarezza sul ruolo del delinquente che pagò 43 euro ai poliziotti per prendere in consegna gli ostaggi, quel «Don Angel» del quale fin dal primo momento hanno parlato i familiari e sul quale non si è mai indagato a sufficienza. La richiesta di mantenere alta l’attenzione venne anche presentata al presidente della Camera, Roberto Fico, il quale promise che l’oblìo non sarebbe calato sulla vicenda.

Come riportato dal Mattino proprio in seguito alle parole dei familiari, sostenuti dall’avvocato Cludio Falleti, anche i media messicani hanno riacceso i fari chiedendo alle autorità locali di non abbassare la guardia focalizzandosi sulla figura di questo personaggio su cui finora non si era indagato a fondo.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

S. Antimo. M5S assente alle urne, Di Matteo: “Pd bugiardo, ho rifiutato anche la candidatura a sindaco”

La vicenda della mancata presentazione della lista del Movimento Cinque Stelle si arricchisce di nuovi retroscena. A svelarli è...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria