Rimosso l'altarino per il capoclan a Napoli, era in un'area archeologica [Fonte foto: La Repubblica]
Rimosso l'altarino per il capoclan a Napoli, era in un'area archeologica [Fonte foto: La Repubblica]

L’Amministrazione comunale di Napoli, insieme alle forze dell’ordine, ha rimosso un manufatto abusiva in via Croci Santa Lucia al Monte, nel quartiere Montecalvario. Si tratta di una ‘opera’ per commemorare Domenico Russo, capoclan dell’omonimo sodalizio criminale. L’uomo ha perso la vita in seguito ad un omicidio il 7 gennaio 1999. Il programma di interventi, inoltre, continuerà nei prossimi giorni e nelle prossime settimane. A riportarlo è Il Mattino.

«L’obiettivo è quello  di ripristinare il rispetto della legalità con la progressiva rimozione di manufatti o altri simboli che insistono abusivamente sulla pubblica via. Ferma restando anche l’eventuale sussistenza di specifici reati», spiega una nota della Prefettura di Napoli.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.