29.3 C
Napoli
giovedì, Luglio 7, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Napoli. Niente sussidi al reddito a chi non manda i figli a scuola ed ai parcheggiatori abusivi


La revoca delle indennità percepite dai genitori i cui figli risultino inadempienti agli obblighi scolastici è la misura di contrasto al fenomeno della dispersione scolastica, connesso alla violenza e al disagio giovanile, cui intende dar corso la Prefettura di Napoli in collaborazione con l’Inps e con le altre istituzioni interessate. L’idea è emersa nel comitato provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica riunitosi stamani per fare il punto sugli ultimi episodi di violenza e disagio giovanile registrati a Napoli.

In tal senso – si apprende da una nota della Prefettura partenopea – presto sarà  programmato un incontro per definire modalità  operative per procedere alla revoca di alcune tipologie di indennità. Tale misura – si precisa – verrà  estesa anche ad altre categorie di soggetti responsabili di illeciti, quali i parcheggiatori abusivi.

Revocare alcune tipologie di indennità  percepite dai genitori i cui figli risultino inadempienti agli obblighi scolastici. È quanto deciso nel corso della riunione del comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica di Napoli, riunito questa mattina in Prefettura. La misura ha come obiettivo il contrasto alla dispersione scolastica, fenomeno connesso alla violenza e al disagio giovanile, temi al centro della riunione odierna del Comitato presieduto dal prefetto Claudio Palomba 

L’Ufficio territoriale di governo non è sceso nei particolari sulla tipologia di indennità che i genitori inadempienti nell’obbligo scolastico ai figli potranno vedersi revocate: di certo c’è che Inps eroga la Naspi, ovvero l’indennità di disoccupazione e l’ormai arcinoto (e discusso) Reddito di cittadinanza, sussidio che vede Napoli in testa in Italia per numero di richieste mensili. Nel mirino ci sono anche i parcheggiatori abusivi cui tuttavia il Reddito di cittadinanza viene quasi sempre revocato nel momento in cui si accerta il reato (che scatta in caso di minaccia all’automobilista per estorcere il pagamento della sosta) o l’illecito amministrativo.

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Lo sceicco Al Thani fa sognare i tifosi del Napoli, la storia Instagram sibillina sul mercato

Una storia pubblicata - e poi rimossa - su Instagram dallo sceicco del Qatar Hamad Al Thani ha letteralmente...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria