Drammatico sgombero a Napoli: infarto per un uomo, madre e figlio minacciano il suicidio

Attimi di tensione questa mattina a Napoli, in via Camaldolilli, dove è in corso lo sgombero di un’abitazione destinata all’abbattimento. Sono due le famiglie che, secondo quanto deciso dal giudice, devono lasciare le loro abitazioni, giudicate abusive. La protesta dei componenti delle due famiglie e di molti residenti è iniziata fin dalle prime ore della mattina: il tentativo di impedire ai mezzi delle forze dell’ordine e all’ufficiale giudiziario di raggiungere le case oggetto dello sgombero – con lo spargimento sull’asfalto di olio – non ha sortito gli effetti sperati, così si sono verificati scontri violenti tra residenti e polizia con diversi feriti sia tra i civili che tra le forze dell’ordine.

Mattinata convulsa in cui un uomo è stato colto da malore richiedendo le cure mediche. Contestualmente, su una palazzina adiacente a quella oggetto dello sgombero sono saliti madre e figlio che hanno minacciato di togliersi la vita – con loro hanno anche una tanica di benzina – in caso di sgombero.