13.1 C
Napoli
mercoledì, Dicembre 8, 2021
- Pubblicità -

Nuovo Dpcm, niente calcetto ma si potrà andare in palestra: cosa sarà vietato e cosa no


Nuovo Dpcm, si va verso lo stop a sport di contatto amatoriali.

L’aumento costante e, purtroppo incessante, dei contagi nel nostro paese ha convinto il Governo a porre un limite agli sport. Fermati quelli di contatto a livello amatoriale, come richiesto dalla “linea dura” del ministro della Salute, Roberto Speranza. Stop quindi alle partitelle di calcetto con gli amici, anche nel giardinetto sotto casa. Niente più “due tiri” al parco o al campetto da basket del quartiere. Troppo alto il rischio con il virus che si trasmette attraverso le goccioline di saliva, con bambini e ragazzi asintomatici che possono contagiare i compagni di gioco.

Detto questo, gli sport come calcio, rugby, danza, pallavolo, pallacanestro e tutti quelli “di base” possono continuare. Il nuovo Dpcm infatti, non vieta tutte quelle attività pomeridiane gestite da società che hanno attivato i protocolli di sicurezza. Il nuovo decreto, dunque, verrà firmato dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte nelle prossime ore. Prima però, avrà un confronto con le Regioni e con il Ctt (Comitato tecnico scientifico). Resteranno aperte anche le palestre.

Nuovo Dpcm, si va verso lo stop a sport di contatto amatoriali e alle feste private [ARTICOLO 10/10/2020]

Stop alle feste private, anche in casa, e sospensione degli sport amatoriali di contatto, come il calcetto. Sono due delle ipotesi emerse nella riunione dei capi delegazione di ieri sera e che, a quanto apprende l’Ansa da fonti di governo, dovrebbero entrare nel nuovo dpcm, che potrebbe arrivare tra due giorni.

Queste misure si aggiungerebbero al più generale freno alla movida, con lo stop dalle 21 alla possibilità di consumare in piedi cibo e bevande nei locali e con la chiusura di bar e ristoranti alle 24. Poiché i dati mostrano che il contagio avviene principalmente tra parenti e amici, dovrebbe arrivare lo stop alle feste private, anche in casa, e un limite di massimo trenta persone ai tavoli nei locali e nelle sale per cerimonie.

Il governo al lavoro per il varo del nuovo Dpcm sulle misure anti Covid per far fronte all’emergenza.

Il nodo della movida e della convivialità è stato al centro della riunione dei capidelegazione e del premier Giuseppe Conte.

Alla riunione è, quindi, emersa l’ipotesi di anticipare il varo del Dpcm a lunedì sera ma – spiegano le stesse fonti – essendo i tempi molto stretti non si può escludere che la nuova stretta venga messa in campo, come da programma, nella serata di mercoledì.

Domani, domenica, i ministri coinvolti dalle nuove misure – che includeranno anche una rimodulazione dello smart working – lavoreranno sulla messa a punto dei provvedimenti. (ANSA).

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

Alberto Raucci
Alberto Raucci, 27 anni. Dal 2018 collaboro con InterNapoli.it, diventando giornalista pubblicista (e conseguendo quindi il tesserino) nel 2020. Nel corso degli anni ho avuto modo di scrivere anche per AbbìAbbè, giornale online e mensile in carta stampata. Abile nella produzione e nel montaggio video.
- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Chef sparato dopo la lite a Castellammare, la sorella: “Nessuno l’ha aiutato”

“Mio fratello insieme a un amico, al termine di una giornata di lavoro al ristorante, era andato in quel...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria