Paga 500 euro per far uccidere il marito, l’ultimo post di Mario alla moglie: «Mi hai insegnato ad amare»

Un anno fa, uno prima che la moglie decidesse di pagare 500 euro per farlo uccidere, Mario Monaco, imprenditore romano di 63 anni, scrivere su Facebook: «Dodici anni insieme. Quello che forse era un gioco all’inizio, si è trasformato in un amore sconfinato e puro. Mi hai insegnato ad amare, hai dato senso alla mia vita, mi hai mostrato la strada per la felicità. Mi hai insegnato il bacio passionale, il piacere di dare amore, e ricevere invece un amore incondizionato, la tua felicità, riflesso dal tuo sorriso».

Peccato che quella donna, Nicoleta Postolici Ursachi, invece di lui non ne poteva più. Aveva deciso di sbarazzarsene. Non a parole, come si potrebbe fare in qualunque casa. Ma pagando il suo amante George Andrei Utanasu e un amico Andria Bogdan Chirvasuta, entrambi 20enni, per farlo uccidere. Il piano era questo: li avrebbe pagati 2.500 lei, poco più di 500 euro. I due entrano in caso e uccidono Mario picchiandolo nella sua casa in Romania. «Eravamo ubriachi, non era nostra intenzione ammazzarlo», si sono poi giustificati. A riportare la notizia è Il Mattino.

Ho imparato cosa significa la fiducia quando l’avevo persa – scriveva ancora – Ho visto che ci sono persone che meritano tutto l’amore del mondo, ho sentito sulla mia pelle cosa significa essere viziato. Tutte queste parole sono un’espressione dei sentimenti che mi tormentano, che non mi lasciano in pace, sentimenti senza i quali non potrei vivere».

Nicoleta e i due killer materiali dell’omicidio sono stati arrestati.