Il sogno di Ciro diventa realtà, il tifoso di Pozzuoli segue il Napoli a Dimaro e si tatua la firma di Insigne e Zielinski

Una firma che valeva troppo, per essere cancellata. Ciro Botta, giovane di Pozzuoli presente al raduno del Napoli a Dimaro, ha deciso di tatuarsi le firme che Piotr Zielinski e Lorenzo Insigne gli hanno lasciato sul braccio. Un ricordo che doveva restare indelebile, e l’unico modo per marchiarlo sulla pelle era quello di tatuarlo. Di lì la trasformazione da semplice inchiostro rimovibile a inchiostro indelebile, per portare ovunque la firma dei due giocatori azzurri, tra cui quella del capitano.