Quartieri spagnoli, siglata la pace tra clan: il ‘garante’ è il ras ‘o Pallin

Sarebbe Antonio Esposito ‘o pallin il garante dei nuovi equilibri malavitosi ai Quartieri spagnoli. A riferirlo sono gli investigatori che seguono le dinamiche criminali della zona e che si sono concentrati sulle attività dei Mariano ed Elia e sui sodalizi a loro legati. Esposito, che in molti indicano come il gestore di una delle più importanti piazze di spaccio del centro storico, una volta tornato libero avrebbe ricucito lo strappo tra i Mariano e i gruppi rivali, facendosi garante dei nuovi accordi raggiunti.Come riportato da Cronache di Napoli ai Mariano, secondo le forze dell’ordine, spetterebbe la gestione di buona parte dei Quartieri Spagnoli e una sorta di supervisione sugli affari dei Masiello di Largo Baracche. La Pignasecca resterebbe a Eduardo Saltalamacchia mentre il Pallonetto e l’area a ridosso di piazza Trieste e Trento ricadrebbe sotto l’influenza degli Elia. Il Cavone di piazza Dante invece resterebbe appannaggio del gruppo Cianciulli legato da rapporti di parentela con i Lepre, un tempo ‘padroni’ dei vicoli a ridosso di piazza Dante.