Sanremo, maxi-furto alla Rai: spariti gioielli, soldi e carte di credito

Gioielli, preziosi, carte di credito, soldi e documenti. Colpo grosso a Sanremo. A farne le spese una collaboratrice della Rai che l’altra notte, quando è rientrata in hotel e ha aperto la porta della sua camera, ha trovato la stanza completamente a soqquadro.
È successo nella notte tra il 4 e il 5 febbraio. Quando L.G. è tornata in albergo non ha trovato più nulla: tutto ciò che aveva valore, nonostante lo avese conservato con cura, era stato rubato.

La scoperta appena terminata la prima serata del Festival, poco dopo le due del mattino di mercoledì. Come apprende Leggo, la 52enne romana è rientrata all’Hotel Liberty, dove alloggia da una settimana, e una volta aperta la porta della sua stanza all’ultimo piano si è imbattuta nel principale incubo che ha chi pernotta in un hotel: non trovare più le proprie cose. È bastato un istante a capire di essere stata completamente derubata. Le scatole dove conservava i gioielli erano scomparse, così come il portafogli con tutto quello che conteneva.
Uno choc per la donna che si è subito rivolta alla direzione dell’hotel che a sua volta ha chiamato la polizia. Da una prima ricostruzione quella sera – avrebbe raccontato lo stesso direttore dell’albergo –  poco prima delle 21 si erano presentate alla reception tre donne straniere con dei neonati al seguito chiedendo di dormire. I gestori della struttura, non avendo disponibilità, si erano prestati ad aiutare le donne cercando per loro una stanza in altre strutture di Sanremo. Proprio in quei frangenti, però, sempre secondo il racconto dell’albergatore, un uomo con un cappuccio sarebbe uscito di corsa dal portone dell’hotel. Non sembrava un ospite e così hanno provato a inseguirlo ma senza riuscire a raggiungerlo. Una volta tornati in albergo si sono accorti della scomparsa di uno dei mazzi con le chiavi delle stanze.

Alla donna derubata e agli albergatori non è rimasto altro che denunciare l’accaduto al commissariato di Sanremo. Immediatamente è scattata la caccia all’uomo e soprattutto sono stati avvisati del pericolo anche gli altri hotel.