cassonetto scampia abusi minori vele celeste napoli polizia
Le terribili immagini dalle Vele

Linciato dalla folla e gettato in un cassonetto a Scampia. Inizia nel caos una giornata violenta sulla quale si è innestato un tentativo di giustizia sommaria. Una folla inferocita di persone ha inveito contro un uomo e la polizia, in tenuta anti-sommossa, che cercava di portare la calma tra presenti in via Labriola. Da una prima ricostruzione l’uomo, finito nel cassonetto della spazzatura, è stato aggredito da un gruppo di persone che lo incolpava di un presunto abuso condotto nei confronti di alcuni minori.

CAOS A SCAMPIA, UOMO PICCHIATO E GETTATO NEL CASSONETTO

Dopo il caos scatenatosi nel quartiere sono giunti gli agenti di polizia della polizia del Reparto Mobile e del Commissariato di Scampia che hanno dovuto quietare gli animi degli inferociti residenti. Decine, infatti, le persone in strada tenute a bada a fatica dai poliziotti. La polizia ha interrogato alcune persone per ricostruire l’esatta ricostruzione della dinamica.

LE CONDIZIONI DELL’UOMO E LE PRIME INDAGINI

L’aggredito non è in pericolo di vita, ma ha riportato lesioni al volto e contusioni su molte parti del corpo. Tanto che è stato necessario l’intervento dell’ambulanza, infatti, l’uomo è stato ricoverato in ospedale dopo essere stato estratto dal cassonetto. Sull’intera vicenda prosegue il lavoro degli agenti del locale Commissariato.

PRIMA LE ACCUSE POI L’AGGRESSIONE

Il tentato linciaggio sarebbe frutto dei sospetti di abusi sessuali condotti nei confronti di alcuni minorenni. Circostanza che è stata smentita dopo la visita dei piccoli all’ospedale del Mare di Ponticelli, infatti, nessun segno di abuso o violenza è stato riscontrato dai medici. Al momento non ci sono persone denunciate né arrestate per i casi dei sospetti abusi.

IL VIDEO GIRATO NELLE VELE DI SCAMPIA

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.