9.3 C
Napoli
mercoledì, Gennaio 26, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Trenta focolai covid nelle scuole, De Luca: “2 giovani gravi, 1000 positivi”


Oggi Vincenzo De Luca è intervenuto nella sua consueta diretta del venerdì pomeriggio. Il Presidente della regione Campania, già nei giorni scorsi, ha auspicato un lockdown per i non-vaccinati. “Abbiamo avuto una forte impennata di contagi in Italia ma oltre la metà sono asintomatici. C’è una dato che deve preoccuparci, il 34% degli anziani non ha fatto la terza dose. – dichiara De Luca – Inoltre abbiamo 30 focolai nelle scuole Asl Napoli 2 e ci sono 129 studenti positivi. Sono 67 classi in isolamento e 1000 alunni in isolamento: siamo in una situazione delicata. L’80% delle terapie intensive è occupato dai no-vax: chi si vaccina 9 volte su 10 non finisce in ospedale e in terapia intensiva. Stiamo lavorando sulla terza dose per il personale sanitario e per quello scolastico“.

COVID, LA SITUAZIONE IN ITALIA

L’incidenza settimanale a livello nazionale continua ad aumentare: 98 per 100mila abitanti (12/11/2021-18/11/2021) contro 78 per 100mila abitanti della scorsa settimana.(05/10/2021-11/11/2021). Nel periodo 27 ottobre – 9 novembre l’Rt medio calcolato sui casi sintomatici è stato invece pari a 1,21 (range 1,14 – 1,26), stabile rispetto alla settimana precedente e al di sopra della soglia epidemica. Questo lo evidenzia il monitoraggio della Cabina di regia, i cui dati sono comunicati dall”Istituto superiore di sanita’. Questa settimana tutte le Regioni e Province autonome sono classificate a rischio moderato, ma una sola Regione – il Friuli Venezia Giulia – è ad alta probabilità di progressione a rischio alto. Lo rileva il monitoraggio settimanale della Cabina di regia.

Nuovi casi covid non associati a catene di trasmissione

E’ in forte aumento il numero di nuovi casi non associati a catene di trasmissione (15.773 contro 11.001 della settimana precedente). La percentuale dei casi rilevati attraverso l’attività di tracciamento dei contatti è stabile (34% contro 34% la scorsa settimana). Invece è in diminuzione la percentuale dei casi rilevati attraverso la comparsa dei sintomi (45% vs 48%) ed aumenta la percentuale di casi diagnosticati attraverso attività di screening (21% vs 18%).

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Napoli. Condannato per atti sessuali con minori si nascondeva a casa della fidanzata: arrestato

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Cassino hanno dato esecuzione a due ordini di carcerazione...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria