32.8 C
Napoli
domenica, Luglio 14, 2024
PUBBLICITÀ

Spaccio nella movida della Costiera, 23enne incastrato dalle foto sul cellulare

PUBBLICITÀ

Nella mattinata odierna, a Civitavecchia (Roma), i Carabinieri della Compagnia  di Sorrento, in esecuzione di un’ordinanza applicativa della misura cautelare degli arresti domiciliari, emessa dal G.l.P. del Tribunale di Torre Annunziata su richiesta della Procura della Repubblica, hanno proceduto all’arresto di un 23enne originario di Sorrento, gravemente indiziato in ordine ad 11 episodi di detenzione e cessione illecita di sostanze stupefacenti del tipo cocaina, hashish e marijuana.

Il G.I.P. ha contestualmente disposto il sequestro preventivo della somma di euro 1.740 in contanti, già sottoposta a sequestro probatorio, che secondo la prospettazione accusatoria sarebbe il provento giornaliero di una redditizia attività di spaccio di sostanze stupefacenti, da parte dell’arrestato, in diversi luoghi della movida notturna della penisola sorrentina (Sorrento, Sant’Agnello, Piano di Sorrento, Massalubrense).

PUBBLICITÀ

I reati per cui si procede sono emersi a seguito di un controllo su strada del 2 ottobre 2023 a Massalubrense (NA), allorché un equipaggio del NOR-Aliquota Radiomobile della Compagnia di Sorrento procedeva alla perquisizione sul posto dell’odierno indagato, trovandolo in possesso di una piccola dose di hashish, di 1740 euro in banconote di vario taglio, di un bilancino di precisione e di altro materiale utile al confezionamento dello stupefacente. Il tutto veniva sottoposto a sequestro probatorio d’iniziativa della polizia giudiziaria unitamente al telefono cellulare posseduto dal giovane.

La meticolosa analisi del suddetto telefono cellulare permetteva agli inquirenti di estrarre dalla galleria fotografica diverse immagini che immortalavano la pesatura di grosse “pietre” di cocaina sullo stesso bilancino di precisione che i militari avevano rinvenuto nella disponibilità dell’indagato. Il giovane compare anche in altre immagini presenti nella memoria del telefono cellulare, nelle quali vengono esibite confezioni di hashish e marijuana e banconote di vario taglio.

Le indagini, condotte dai Carabinieri e coordinate da questa Procura della Repubblica, proseguivano con l’ispezione, decretata dal Pubblico Ministero, della memoria del telefono cellulare sottoposto a sequestro, dalla quale sono emersi numerosi messaggi che dimostrerebbero un’ intensa attività di spaccio di cocaina, hashish e marijuana, promossa con l’invio di fotografie della droga e l’esaltazione della ottima qualità degli stupefacenti offerti in vendita. Gran parte degli assuntori, che a mezzo telefono avrebbero concordato incontri con l’indagato per farsi portare la droga direttamente nei luoghi turistici della penisola sorrentina, è stata identificata ed escussa dalla polizia giudiziaria ed ha confermato gli acquisti di cocaina, hashish e marijuana già emersi dal telefono cellulare ispezionato.

All’esito delle formalità di rito, l’arrestato è stato sottoposto agli arresti domiciliari nella sua abitazione a Piano di Sorrento.

PUBBLICITÀ
PUBBLICITÀ

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

PUBBLICITÀ

Ultime Notizie

Incidente per l’auto della penitenziaria di Secondigliano, un agente è grave

Un veicolo della polizia penitenziaria con a bordo 4 agenti della polizia penitenziaria del carcere di Secondigliano è rimasto...

Nella stessa categoria

PUBBLICITÀ