Tornano da Napoli e scoprono la scomparsa del figlio, dopo 43 anni la svolta: identificato il rapitore

Mauro Romano

Un amico di famiglia, che oggi ha circa 70 anni, e che il piccolo Mauro Romano chiamava «zio». Secondo le indagini della Procura di Lecce, sarebbe lui la persona con cui il bimbo  si sarebbe allontanato su un’auto il giorno della scomparsa. Nello scorso mese di febbraio arrestato per atti sessuali su minori un 71enne di Taviano (Lecce). L’uomo arrestato non è l’uomo ora identificato come presunto sequestratore di Mauro Romano. Scomparso a Racale (Lecce) il 20 giugno 1977 all’età di sei anni e mai più ritrovato. L’individuazione del presunto sequestratore è avvenuta nell’ambito dell’inchiesta sulla scomparsa del bambino, riaperta dal pm di Lecce Stefania Mininni dopo l’istanza formulata dal legale della famiglia Romano, l’avvocato Antonio Maria La Scala, presidente di Gens Nova. L’istanza avanzata in seguito all’arresto del 71enne di Taviano. All’individuazione dell’uomo, gli investigatori sarebbero arrivati dopo aver interrogato diverse persone coinvolte nella vicenda, compresi i familiari di Mauro Romani.

All’individuazione dell’attuale sequestratore, gli inquirenti sarebbero arrivati dopo aver interrogato diverse persone coinvolte nella vicenda, compresi i familiari del bambino.

Potrebbe interessarti anche ‘Articolo precedente 11 Febbraio 2020″

Tornano da Napoli e scoprono la scomparsa del figlio Mauro Romano

Il 19 giugno 1977 i genitori di Mauro Romano si erano recati a Poggiomarino (Napoli) per partecipare al funerale del nonno paterno. Per l’occasione i due figli maschi erano rimasti a Racale (Lecce) con i nonni materni. Quando fecero ritorno, il 22 giugno, Racale (Lecce), i genitori scoprirono che Mauro era scomparso dalla sera precedente. L’ultima volta era stato visto poco prima delle 17,45 del 21 giugno mentre stava giocando a nascondino.

Nel tempo la triste storia è diventata un classico “cold case”: i resti del bambino mai ritrovati, nonostante gli appelli dei genitori e le perlustrazioni di vari luoghi. I genitori, oggi over 70, continuano a sperare.

 

Piccola grande svolta nel giallo della scomparsa del bimbo di 6 anni Mauro Romano, avvenuta a Lecce nel 1977. I carabinieri del Comando provinciale di Lecce hanno arrestato per violenza sessuale su minori un uomo di 70 anni, A.S. di Taviano, al quale nell’ottobre scorso furono sequestrati il computer e apparecchi multimediali in un’inchiesta su un giro di pedopornografia. Si tratta dello stesso uomo arrestato una quarantina di anni fa per tentata estorsione perché telefonava ai genitori di Mauro Romano, scomparso a Racale (Lecce) il 20 giugno 1977, chiedendo loro denaro in cambio di notizie sul figlio.

 

Seguici Sui Nostri Canali Social

Rimani Aggiornato Sulle Notizie Di Oggi