Vacanza di lusso a Barcellona, ma con soldi falsi: preso a Giugliano

Vacanza di lusso a Barcellona, ma con soldi falsi: preso a Giugliano

Aveva speso 16mila euro per una vacanza di lusso a Barcellona, ma tutti i soldi erano falsi. Così i carabinieri hanno arrestato Domenico Liguori. A guidare l’operazione i militari della Stazione di Varcaturo, diretti dal maresciallo Procolo Petrungaro e coordinati dal capitano Andrea Coratza della Compagnia di Giugliano. Accusato di spendita e introduzione nello stato di monete falsificate. L’uomo era colpito da un mandato di arresto europeo emesso dalle autorità spagnole. Nel periodo tra il 21 maggio ed il 19 luglio del 2019 –  riuscì a spendere la bellezza di 16950 euro falsi durante una vacanza a Barcellona. I carabinieri lo hanno fermato mentre percorreva le strade di Varcaturo e lo hanno arrestato.

Un’operazione precedente

Spaccio di soldi falsi da Napoli a Barcellona, nei guai 3 persone. Uno degli indagati venne fermato mentre ritirava un  plico proveniente dal Napoli, contenente 4.600 euro falsi. Un’altro indagato, già detenuto nella casa circondariale di Tarragona, in Spagna, dove secondo gli investigatori, manteneva i contatti con i complici e dava le direttive. Il corriere che consegnava la merce in terra Iberica, era un cittadino italiano che frequentemente viaggiava dall’Italia alla Spagna. Nel corso dell’operazione, la polizia nazionale e la Guardia Civil, hanno messo sotto chiave 5050,00 euro falsi in banconote da 50 e 100 euro.

Oltre al denaro tarocco, i poliziotti hanno sequestrato anche 4535 euro originali. Il gruppo di falsari però, non si limitava soltanto all’immissione in  terra spagnola di denaro falso, ma si occupava anche del traffico di droga, di falsificazione dei documenti e truffe.

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook

Aveva speso 16mila euro per una vacanza di lusso a Barcellona, ma tutti i soldi erano falsi. Così i carabinieri hanno arrestato Domenico Liguori. A guidare l’operazione i militari della Stazione di Varcaturo, diretti dal maresciallo Procolo Petrungaro e coordinati dal capitano Andrea Coratza della Compagnia di Giugliano. Accusato di spendita e introduzione nello stato di monete falsificate. L’uomo era colpito da un mandato di arresto europeo emesso dalle autorità spagnole. Nel periodo tra il 21 maggio ed il 19 luglio del 2019 –  riuscì a spendere la bellezza di 16950 euro falsi durante una vacanza a Barcellona. I carabinieri lo hanno fermato mentre percorreva le strade di Varcaturo e lo hanno arrestato. 

Un’operazione precedente

Spaccio di soldi falsi da Napoli a Barcellona, nei guai 3 persone. Uno degli indagati venne fermato mentre ritirava un  plico proveniente dal Napoli, contenente 4.600 euro falsi. Un’altro indagato, già detenuto nella casa circondariale di Tarragona, in Spagna, dove secondo gli investigatori, manteneva i contatti con i complici e dava le direttive. Il corriere che consegnava la merce in terra Iberica, era un cittadino italiano che frequentemente viaggiava dall’Italia alla Spagna. Nel corso dell’operazione, la polizia nazionale e la Guardia Civil, hanno messo sotto chiave 5050,00 euro falsi in banconote da 50 e 100 euro.

Oltre al denaro tarocco, i poliziotti hanno sequestrato anche 4535 euro originali. Il gruppo di falsari però, non si limitava soltanto all’immissione in  terra spagnola di denaro falso, ma si occupava anche del traffico di droga, di falsificazione dei documenti e truffe.