Scene da film horror in Italia, uomo dà in pasto 2 mogli ai maiali: forse c’è una terza vittima

Potrebbero essere non due ma tre le donne uccise e date in pasto ai  maiali nel proprio allevamento da parte dell’imprenditore agricolo Valerio Sperotto, scomparso nel 2011 all’età di 64 anni. Potrebbero essere da brividi, da trama di film dell’horror gli ultimi anni di vita dell’allevatore di maiali. Oltre alle due mogli scomparse nel nulla, ufficialmente fuggite dal marito con destinazione ignota, Elena Ivette Zecchinato sparita nel gennaio 1988 e Virginia Mihai, scomparsa nell’aprile del 1999 è emersa una terza donna scomparsa, presunta fidanzata come riporta il Giornale di Vicenza.

L’unghia di un alluce rinvenuta durante gli scavi nell’allevamento di maiali di via Villa di Sotto e attribuita con l’esame del Dna alla seconda moglie Virginia Mihai ha allargato l’indagine coordinata dal pm Hans Roderich Blattner che ha aperto un fascicolo per omicidio a carico di ignoti. I carabinieri del nucleo investigativo sono impegnati a ricostruire i fatti, anche se il presunto omicida è deceduto. Nell’avviata indagine è emerso che tra il primo e il secondo matrimonio Valerio Sperotto avrebbe conosciuto e frequentato una ragazza straniera di un Paese dell’Est Europa, i testimoni nel merito non mancano. Una ragazza da anni scomparsa nel nulla. Le forze di polizia italiane la stanno cercando nei consolati e nelle ambasciate del suo Paese di origine, per ora senza esito.