«È difficile e doloroso commentare le dichiarazioni di Rosario La Monica, più volte le nostre infermerie hanno dovuto chiedere a quell’uomo di allontanarsi dalla strumentazione medica e dai monitor di sorveglianza di altri pazienti». Lo dichiara Fiorella Paladino, primario del Pronto soccorso Obi dell’ospedale Cardarelli di Napoli, in merito alle accuse lanciate su Facebook dall’autore del video nel quale è ripreso un paziente morto nel bagno del pronto soccorso.

Lo stesso autore del video, sostiene Paladino, è «un uomo disturbato che nel breve tempo ricoverato ha tenuto un comportamento ossessivo». Il primario del pronto soccorso del Cardarelli definisce «del tutto false le accuse mosse sui social. Tutto il personale del pronto soccorso si sottopone a turni massacranti per fronteggiare il continuo arrivo di pazienti. È molto triste che quest’uomo abbia approfittato di ogni istante nel quale aveva modo di essere solo per portare avanti la sua ossessione. Ha usato la sofferenza di altri pazienti e il nostro ospedale quasi come un set per girare video che ha poi postato sui social».

Cardarelli, video choc del paziente morto nel bagno: la Procura sequestra la salma

Sono in corso indagini della polizia di Stato di Napoli, che ieri sono state coordinate dal pm di turno Liana Esposito. Sezione VI, «Lavoro e Colpe Professionali», coordinata dal procuratore aggiunto Simona Di Monte. Sulla morte dell’uomo trovato senza vita ieri in un bagno del pronto soccorso dell’ospedale Cardarelli. Dal primo esame appare verosimile che l’uomo possa essere colto da infarto.

Gli inquirenti però hanno deciso di sottoporre a sequestro la salma per un eventuale esame autoptico che può chiarire in maniera inequivocabile quale siano state le cause del decesso.

Seguici Sui Nostri Canali Social

Rimani Aggiornato Sulle Notizie Di Oggi

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.