24.8 C
Napoli
lunedì, Maggio 16, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

LETTERA APERTA AI POLITICI DI MELITO: «ALCUNE PROPOSTE PER RICOMINCIARE»


«Dopo la lunga “faticosa” maratona elettorale è meglio cominciare da subito a pensare cosa è bene fare per questa bistrattata cittadina. Ecco alcune modeste proposte.


1. Aprire le sedi dei partiti alla partecipazione (non all’asservimento) giovanile. I giovani hanno bisogno di riconoscimento di poter, non servire, ma partecipare al lavoro politico a pari diritto con chi nei partiti lavora da sempre e forse con qualche idea e visione del mondo nuova (formazione quadri dirigenti). Li potete trovare, intelligenti, impegnati, informati, che ci aiutano a vincere e voi politici avete spesso snobbato.


2. Iniziare subito la maggior quantità possibile di iniziative per conoscere quella società civile, con cui avete perso i contatti perché ormai parlate (litigate?) solo fra voi. Fare indagini conoscitive (i vostri attivisti dove sono?), prestare attenzione a quello che dicono le associazioni non solo girotondi o movimenti estemporanei nazionali, ma le tante di ogni tipo che vivono di vita propria, spesso nell’ombra dei municipi, autofinanziandosi, ascoltare le voci che vengono da chi è deluso, ha paura …..


3. Fare una seria politica di ricostruzione del tessuto sociale: questo vuol dire attenzione alla politica della casa, contrastando gli assurdi affitti che “mangiano” i due terzi del salario, qui non si arriva più a fine mese (punire in modo esemplare gli affitti in nero, forma di sfruttamento vigliacco, a soli fini di arricchimento, messe in atto da molti nostri concittadini ‘perbene’); proteggere artigiani e piccoli negozianti e non privilegiare sempre centri commerciali e supernegozi; ripristinare un tessuto urbano che veda una mescolanza di ceti ricchi, medi e poveri che condividono lo stesso territorio, ritrovando il gusto e il rispetto del proprio quartiere e della propria città; lavorare per la riqualificazione della cittadina, con particolare attenzione ai “ghetti” dei rioni della 219 e alle insopportabili condizioni dei residenti, costretti a “vivere” in questi luoghi fatiscenti, incivili, in balia della macro e micro delinquenza come del resto Melito tutta.


4. Ridare vitalità alla scuola è il primo passo, restituire dignità al lavoro degli insegnanti, senza lasciarli in balia delle bande di bulli di quartiere (vedasi i continui episodi di furti e atti vandalici), un riconoscimento del loro lavoro è fondamentale per creare cittadini liberi, dotati di cultura e spirito critico. Si deve rivalutare il ruolo della persona, degli studenti, non mere teste da riempire e mandare veloci sul mercato che non sa cosa farsene di loro. L’errore di questa concezione (moduli, crediti sono parole che dicono bene di cosa si tratta) è sotto gli occhi di tutti in una gioventù sbandata, senza coscienza di sé e del mondo, ridotta a rincorrere l’individuazione di sé per poi sognare di diventare “veline” o di entrare tra gli “amici” di una nota presentatrice tv; perché è l’unico posto in cui, anche se con sistemi e scale di valori aberranti, ahimé, si sentono riconosciuti, valutati, scelti. E’ questo che i giovani vogliono, non il piatto insegnamento di massa delle nostre scuole.


Qui mi fermo, non perché mancano altri argomenti su cui ragionare ma perché spero queste mie modeste proposte indichino la strada su cui mi piacerebbe vedere la politica cittadina e non incamminarsi per le sfide del futuro, con un rispetto sempre più grande per i cittadini, perchè tutti hanno diritto a una vita al massimo delle proprie capacità, dei propri sogni».



ANTONIO CAIAZZA


http://www.melitonline.net/html/modules/news/article.php?storyid=140

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Gioia a Napoli, Antonio ritrovato sulla spiaggia di Formia

Ritrovato stamane Antonio Barbato, il 55enne scomparso sabato mattina. L'uomo, residente nella zona di Chiaiano, era arrivato in treno...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria