Mariano e Alvino Frizziero
Mariano e Alvino Frizziero

Si sono resi protagonisti di un episodio particolarmente violento ai danni di un commerciante che si era rifiutato di pagare il pizzo, i fratelli Mariano e Alvino Frizziero, 41 e 38 anni, ieri sottoposti a fermo – emesso dalla DDA di Napoli – dagli agenti della Squadra Mobile e del Commissariato di San Paolo di Napoli.

I due, secondo quanto accertato dagli inquirenti, appena qualche giorno fa (il 28 settembre scorso) hanno aggredito la loro vittima ‘reticente’ davanti all’asilo frequentato dalla figlia – in presenza di molti testimoni tra i quali i suoi familiari – per poi picchiarla con colpi di casco nel suo negozio per costringerlo a pagare.

I due fermati sono ritenuti appartenenti al gruppo camorristico “Frizziero” che fa affari illeciti nella zona della Torretta e anche nel quartiere Fuorigrotta.

L’ultima relazione della Dia

Nell’area della Riviera di Chiaia non si registrano particolari mutazioni degli assetti criminali con il gruppo STRAZZULLO che sarebbe attivo nei vicoli a ridosso della Riviera di Chiaia e i PICCIRILLO, CIRELLA e FRIZZIERO nella zona Torretta. Per quanto riguarda in particolare quest’ultimo sodalizio, la recente scarcerazione di alcuni esponenti di vertice e l’appoggio del clan MAZZARELLA ne farebbero ipotizzare una ripresa nelle relative attività criminali. Nel quartiere di Posillipo gli illeciti restano sotto il controllo del clan CALONE, storicamente legato ai LICCIARDI della Masseria Cardone. 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.