Assalto alla villa confiscata del clan Polverino, vetro e porte distrutte

Hanno tentato di forzare la porta d’ingresso di una villa confiscata al clan Polverino. I malviventi hanno distrutto 2 porte e rotto un vetro. Il sindaco di Quarto ha denunciato l’accaduto: “Ho ricevuto segnalazione che ignoti hanno tentato di forzare la porta di ingresso dal garage ad una delle ville confiscate al clan Polverino oggetto del bando di assegnazione per finalità sociali che abbiamo annunciato qualche giorno fa. Un vetro è stato rotto e una porta finestra scardinata per accedere all’interno. Nulla è stato rubato.  Naturalmente abbiamo subito denunciato ai carabinieri con cui siamo in costante contatto.  È un fatto di una gravità inaudita, in quanto colpisce simbolicamente una intera comunità e una amministrazione che sta facendo atti concreti per voltare pagina nel segno della legalità.  – ha scritto il sindaco Antonio Sabino- Mi limito solo ad osservare che da anni nessuno ha toccato nulla in questi immobili confiscati, poi due settimane fa noi abbiamo pubblicato il bando di assegnazione inviato anche ai carabinieri e all’agenzia per i beni confiscati e appena qualche giorno dopo, qualcuno rompe i vetri di una porta e penetra all’interno.  Noi andiamo avanti, insieme a 40mila quartesi che non si piegano davanti a questi raid e insieme alle forze dell’ordine e alla magistratura“.