Arriva l’assegno unico da 250 euro per le famiglie, l’annuncio ufficiale di Conte

assegno unico familiare conte 250 euro
Conte annuncia l'assegno unico familiare

Nella prossima Legge di Bilancio il Governo ha previsto l’assegno unico per i figli e il taglio del cuneo fiscale a regime per i redditi entro i 40mila euro. Importante misura della Finanziaria sarà l’assegno unico per ogni figlio dal settimo mese di gravidanza fino al ventunesimo anno di età. La misura scatterà il prossimo luglio e porterebbe un sostegno mensile tra i 200 e i 250 euro in base all’Isee. Pochi minuti fa il Presidente Giuseppe Conte ha annunciato l’introduzione dell’assegno unico: “Per l’assegno unico familiare abbiamo stanziato 5-6 miliardi e arriverà a metà dell’anno prossimo. Inoltre abbiamo portato il taglio del cuneo fiscale“.

Oltre l’assegno unico, prorogata la cassa integrazione e licenziamenti bloccati: la Manovra del Governo

Con un decreto legge collegato alla manovra arriveranno anche le misure riguardanti lo stop al blocco dei licenziamenti e la proroga della cassa integrazione Covid. Prorogata la cassa integrazione e il blocco dei licenziamenti. Il Governo stanzia 40 miliardi per contrastare gli effetti economici della pandemia da covid. La manovra 2021, approvata ‘salvo intese’ dal consiglio dei ministri, richiederà probabilmente ancora una decina di giorni per la definizione. Il provvedimento economico punterà ancora una volta misure per far fronte all’emergenza coronavirus in modo da limitarne l’impatto sul mondo produttivo e del lavoro. L’obiettivo è rafforzare e mettere in sicurezza la sanità e stimolare la ripartenza del Paese.

Cassa integrazione e blocco dei licenziamenti

Proroga della cassa integrazione Covid con il conseguente blocco dei licenziamenti per chi la utilizza. Previsto anche il prolungamento della decontribuzione al Sud per 5,7 miliardi e del credito d’imposta per gli investimenti nel Mezzogiorno per un altro miliardo. Proroga delle garanzie per le imprese, sostegno ai lavoratori e ai settori più colpiti, sono solo alcuni degli interventi che verranno ‘duplicati’ a partire dal primo gennaio.

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook.