Assembramenti e movida selvaggia, niente paura: arriva l’assistente civico

Assembramenti in parchi,spiagge libere e nelle zone della movida, niente paura: arriva l’assistente civico. E’ la figura creata dal governo per vigilare «con gentilezza» nelle zone più a rischio assembramenti di città e luoghi di vacanza, ma non solo.

Assistente civico, tutto ciò che c’è da sapere

Ciò che in molti si chiedono però è che ruolo avrà l’assistente civico? Sarà un educatore o un controllore? Potrà fare multe? Avrà una divisa? A queste domande abbiamo provato a dare risposte nei limiti di ciò che il governo ha più o meno reso noto sino ad oggi.

L’assistente civico controllerà Strade, spiagge e movida gratuitamente

E’ a tutti gli effetti un volontario, che sarà utilizzato dai Comuni per potenziare i controlli nelle strade, nelle spiagge e nei luoghi della movida. Il ‘controllore’ non riceverà alcun compenso. Il servizio è, infatti, a a titolo gratuito per un massimo di tre giorni a settimana, e per non più di 16 ore settimanali, sulla base delle indicazioni fornite da ciascun Comune nel quale operano.

Il volontario indosserà una casacca identificativa e non potrà multare

Ogni volontario indosserà una casacca o un fratino con bene in evidenza la dicitura ‘assistente civico’. Non potranno fare multe, ma semplicemente fare in modo che i cittadini rispettino le disposizione vigenti in materia di Covid. In caso di inosservanze, il volontarioovid potrà rivolgersi alla Protezione civile comunale o alla Polizia Locale.

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO, VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK