Giugliano. Bomba nel bar degli studenti, l’ombra del racket torna a fare paura

L’ingresso del bar distrutto e una giovane ferita, questo il bilancio dell’esplosione avvenuta nella tarda serata di ieri a Giugliano, in via San Francesco. I carabinieri della locale Compagnia, giunti poco dopo sul posto, hanno immediatamente avviato le indagini per risalire ai responsabili dell’agguato ai danni del Pausa Caffè. Le telecamere dell’attività commerciale erano spente al momento della deflagrazione e, dunque, inutilizzabili ai fini delle indagini che però potranno contare sulle immagini delle “cam” comunali che potrebbero aiutare a fare luce sull’accaduto. La pista principalmente battuta dalle forze dell’ordine è quella che porta all’avvertimento della criminalità organizzata, ma il proprietario dell’esercizio pubblico, dal canto suo, ha dichiarato ai militari di non aver mai subito minacce.

La potenza della deflagrazione, avvertita anche a chilometri di distanza, oltre a causare ingenti danni al bar, ha ferito una giovane che in quel momento si trovava in un’auto che stava transitando poco distante dal luogo dell’esplosione. L’apertura degli airbag e l’onda d’urto le hanno provocato ferite che hanno richiesto l’intervento dei sanitari del 118, ma le sue condizioni, fortunatamente, non destano preoccupazioni.