“Purtroppo c’è questo paradosso che un uomo si possa ritrovare in reparti femminili. Se non ci sono norme a specificare dove le persone vadano collocate in carcere, è ovvio che valga il documento. E in questo momento “donna” non descrive il vero sesso di Ciro, che è appunto maschile” lo afferma in un’intervista a iNews24.it Daniela Falanga, presidente dell’Arcigay di Napoli, commentando l’arresto e la reclusione in un carcere femminile di Ciro Migliore, ragazzo transgender fidanzato di Maria Paola Gaglione, morta a settembre ad Acerra (Napoli) mentre veniva inseguita da suo fratello in sella a uno scooter.

Ciro Migliore è recluso nel carcere femminile di Pozzuoli, pur considerandosi un uomo. Per una “questione di burocrazia”, come dice Daniela Falangapresidente dell’Arcigay di Napoli, che fin dall’inizio ha seguito la storia del giovane: “Sono stata la prima a gestire la situazione di Ciro dal punto di vista mediatico, perché non si riconosceva la sua identità di genere. Ho esposto qual è la realtà dei fatti in merito alla sua identità di genere”, racconta ai microfoni di iNews24.it. Interviene anche Antonello Sanninosegretario dell’Arcigay di Napoli.

Daniela Falanga, presidente Arcigay Napoli: “Non si rivolve la questione dell’identità di genere”

Daniela, sembra essersi posto lo stesso problema di qualche tempo fa: l’identità di genere di Ciro Migliore, recluso nel carcere femminile di Pozzuoli perché sulla carta di identità è ancora una donna.

Si tratta di un problema normativo, burocratico. Sicuramente non si risolve ancora la questione dell’identità di genere, quando si fa riferimento alle persone trans. Non ci sono norme che regolino corpi e la dimensione di genere. Il tema non viene gestito nei termini oggettivi. Purtroppo c’è questo paradosso che un uomo si possa ritrovare in reparti femminili. Se non ci sono norme a specificare dove le persone vadano collocate in carcere, è ovvio che valga il documento. E in questo momento “donna” non descrive il vero sesso di Ciro, che è appunto maschile”.

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

Pubblicità