Manutenzione delle strade h24: l’annuncio della Città Metropolitana, coinvolti Asse Mediano e Circumvallazione

Il sindaco metropolitano, Luigi de Magistris ha approvato oggi una delibera che contiene gli elaborati per l’affidamento di tre «Accordi Quadro» per l’esecuzione dei lavori di manutenzione ordinaria di buona parte delle rete viaria gestita dalla Città Metropolitana di Napoli.

Le strade che saranno interessate dagli interventi sono quelle denominate «Assi a scorrimento veloce» che comprendono l’ex SS 162 raccordo, la strada Sannitica, la circumvallazione esterna est e quella ovest e l’asse perimetrale di Melito. Altro gruppo di strade oggetto del prossimo accordo quadro è quello che comprende le strade dell’Isola d’Ischia, di Procida e di Capri. Oltre a quelle del Lago Patria, di Arco Felice, di Miliscola. Sono anche interessate le strade del Cassano (Caivano, Qualiano e Giugliano), Marano e zona Camaldoli, e quelle di Volla, di Santa Maria a Cubito, di Boscoreale- Boscotrecase e San Giorgio e Sant’Anastasia. Il Terzo gruppo di strade comprende quelle ricadenti nei seguenti comuni: Acerra, Caivano,Nola, Comiziano Brusciano Pomigliano d’Arco, Castello di Cisterna, Somma vesuviana, Marigliano, Tufino, Roccarainola, Casamarciano, Saviano, Ottaviano, Palma Campania, S. Gennaro, S, Giuseppe Vesuviano, Striano, Cicciano, Camposano, Mariglianella, Casoria, Afragola e Liveri.

Sono previsti interventi di manutenzione ordinaria quali: rifacimento delle pavimentazioni stradali, il ripristino di barriere stradali incidentate, il rifacimento dei giunti stradali danneggiati e della segnaletica orizzontale e verticale, la rimozione di detriti dalla sede stradale, la bonifica della sede stradale da rifiuti di qualunque genere, la riparazione di parapetti e la manutenzione degli impianti di illuminazione oltre al taglio di alberi o rami disseccati pericolanti. Prevista l’istituzione del servizio di reperibilità di una squadra di operatori in grado di rispondere alle chiamate urgenti 24 h su 24 per 365 giorni all’anno, garantendo interventi di manutenzione urgente. Per ciascun «Accordo Quadro» è prevista una spesa di 1.166.000 euro.