23.1 C
Napoli
sabato, Maggio 18, 2024
PUBBLICITÀ

Covid, arrivano i vaccini aggiornati contro le nuove varianti

PUBBLICITÀ

Nonostante l’oggettivo svincolamento dall’emergenza sanitaria provocata dal Covid, è necessario mantenere un clima di cautela e restare all’avanguardia. Nuove varianti si sono diramate dai ceppi esistenti provocando, ad oggi, ulteriori contagi. A tal proposito risulterebbe opportuno sottoporsi alla somministrazione dei nuovi vaccini aggiornati.

La battaglia contro il covid continua

Come già stabilito dai vecchi ordinamenti, a necessitare maggiormente del vaccino sono tutti quei soggetti che per patologie o condizioni particolari vengono identificati come fragili. Anche gli anziani faranno parte di questa cerchia ma è consigliabile non solo a questi individui la sottoposizione al vaccino. Questo infatti sarà autorizzato ad adulti, bambini e neonati di età superiore a 6 mesi. Questa volta, a differenza dell’ultima esperienza, non vi sarà un ciclo vaccinale prolungato in quanto verrà disposta una singola dose si per adulti che per bambini. La conferma è arrivata dopo le raccomandazioni dell’Ema che per l’appunto hanno seguito la conferma della Commissione europea. A tal proposito l’esecutivo Ue chiarisce che l’insediamento nell’ambito del meccanismo di valutazione accelerata ha lo scopo di consentire a tutti gli Stati di prepararsi in tempo per la campagna vaccinale autunno-inverno.

PUBBLICITÀ

Lo scopo dei nuovi vaccini 

Constatata la diffusione di ulteriori contagi, si provvede all’attacco covid attraverso la composizione dei nuovi vaccini. Questi avranno la funzionalità di contrastare l’insurrezione delle nuove varianti. Il ceppo in particolare che ha spinto all’elaborazione dei nuovi vaccini anti-covid è la Xbb.1.5. In correlazione a ciò, Marco Cavaleri, responsabile della strategia vaccinale dell’Ema ha specificato che i nuovi vaccini risulteranno funzionali anche contro la Ba.2.86, soprannominata Pirola. “Attualmente la variante Pirola non desta particolari preoccupazioni, ma serve attenzione, considerate le sue caratteristiche e le molte mutazione ad essa precedenti. La sua diffusione è molto celere, pare abbia già infestato molti Stati. A maggior ragione l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha deciso di tenerla sotto controllo. L’intento non è quello di creare altri disagi epidemiologici”. Queste le parole del professore Cicozzi.

La struttura della nuova dose

La formulazione dei vaccini prevedrà una composizione a a mRNA e proteici (formulazione aggiornata monovalente Xbb.1.5). Si stima che questi saranno disponibili dal mese di ottobre

 

PUBBLICITÀ

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

PUBBLICITÀ

Ultime Notizie

Buone ragioni per comprare un climatizzatore Daikin

Daikin è di certo uno dei brand più affidabili nel settore dei climatizzatori per uso residenziale. Parliamo, infatti, di...

Nella stessa categoria